Cronaca
Commenta

Illuminazione pubblica, pronto il calendario
degli interventi nei punti critici

Dal sottopasso di via Bergamo dove ancora non sono state installate le luci a led, ai portici dell’area Lucchini, lato via dei Cappuccini; dalle lanterne storiche del centro città da sostituire, come ad esempio in via Janello Torriani, ai ripristini dei pali semaforici danneggiati dagli incidenti stradali, 21 sparsi in tutta la città.
Sono diverse decine gli interventi programmati dal gestore Citelum – diventato nel frattempo Edison per modifiche societarie – su cui ha fatto il punto negli ultimi giorni il vicesindaco Andrea Virgilio, destinatario di numerose segnalazioni di disservizi, dalle luci accese quando non dovrebbero esserlo, alle zone che  invece restano buie di sera.

“L’amministrazione – spiega Virgilio – d’accordo con il gestore ha concordato una serie di interventi straordinari e alcuni anche ordinari, penso ad esempio alle sostituzioni dei pali danneggiati da incidenti stradali, per la cui riparazione bisogna attendere le compagnie assicurativi. Sono stati messi in calendario molti interventi di efficientamento energetico e ripristino di punti luce. Un aspetto di cui tener conto è quello relativo ai sottoservizi, che in certe zone risalgono a 30 – 40 anni fa e vanno sostituiti. Abbiamo stabilito un cronoprogramma preciso, alcuni interventi sono già stati fatti nelle ultime settimane e altri saranno eseguiti nel prossimo mese. Credo che questo sia il modo migliore per dare risposte  alla città e a un patrimonio che richiede un attenzione importante”.

Tra gli interventi più urgenti, la sistemazione del radar che controlla la velocità dei mezzi in via Persico all’altezza del semaforo di via santa Caterina al Maristella, e in via Milano a Cavatigozzi, mentre in molte zone vanno sostituiti i cavi elettrici, il cui danneggiamento è all’origine delle luci che non funzionano con continuità, come in via delle Industrie, e, in zona Po, via Brembo e via Serio.

In scaletta anche il ripristino dei cavi danneggiati dalla tromba d’aria del 4 luglio: in via Casalmaggiore, alle Colonie Padane e in via Mulino. E per restare sul lungo Po, è stato appurato che la mancanza di luce nei pressi della Mac e del comando dei carabinieri Forestali è stato un disservizio momentaneo.

In via Milano, sul raccordo tra Codognese e Paullese devono essere sistemati i cavi e rimessi i chiusini (rubati), mentre in una serie di vie (Poffa, Trebbia, Magazzini Generali, Caffi) va ripristinato l’asfalto nei tratti in cui ci sono stati scavi.

In calendario anche l’aggiunta di un punto luce in via San Giuseppe, il ripristino dei sigilli ai pozzetti nel parco dello Zaist e in altre zone, la conversione a led nel passaggio pedonale tra via Genala e via Gaspare Pedone, il rifacimento delle linee interrate di via Brembo e Serio tra via I Maggio e via Trebbia. gb

© Riproduzione riservata
Commenti