Cronaca
Commenta

Casa San Facio, inaugurata la
realtà dell'housing sociale

Inaugurata domenica mattina a Cremona “Casa San Facio”, la nuova 'opera segno' della Caritas diocesana: è una residenza universitaria e di housing sociale, realizzata per rispondere alle esigenze di una città sempre più universitaria

È stata inaugurata a Cremona “Casa San Facio”, la nuova ‘opera segno’ della Caritas diocesana realizzata con il sostegno di Fondazione Arvedi-Buschini e Fondazione Cariplo, progetto di residenza universitaria e housing sociale che si inserisce nel contesto di una città dove gli iscritti agli atenei sono in costante aumento. La data scelta non è casuale: è la 6ª Giornata mondiale dei poveri e ricorre il 50° anniversario di fondazione della Caritas Cremonese. La struttura, situata in via Martiri di Sclemo, consta di nove appartamenti, rinnovati con attenzione alla sostenibilità ambientale e posti in affitto agli studenti universitari fuori sede, che attualmente sono 18 provenienti da tutto il mondo; la proposta, con la presenza di un educatore pone l’accento sul «crescere insieme». Oltre a questi alloggi, sono disponibili altri appartamenti per l’housing sociale, che saranno destinati con affitto calmierato a persone in situazione temporanea di bisogno. “Casa San Facio” si aggiunge così alle numerose ‘opere segno’ della Caritas Cremonese esistenti, come “Casa Speranza” e “Casa di Nostra Signora”, progetti gestiti da operatori e volontari con interventi di carattere educativo e assistenziale, che costituiscono la risposta della comunità cristiana ai bisogni del territorio. Il condominio sarà inoltre la nuova sede dell’Archivio Diocesano, le cui sale di consultazione potrebbero essere fruibili in futuro dai giovani studenti come aule studio.  Federica Priori

© Riproduzione riservata
Commenti