Cronaca
Commenta

Fondazione Teatro Ponchielli,
la Provincia torna in campo

La Provincia di Cremona torna a ricoprire un ruolo attivo nella vita della Fondazione Teatro Amilcare Ponchielli di Cremona. L’Ente presieduto da Paolo Mirko Signoroni ha infatti riattivato l’esercizio del ruolo di socio fondatore della Fondazione stessa per il triennio 2022-2024. Concretamente la Provincia verserà un totale di 60mila euro (20mila euro annui).

La Fondazione Teatro Amilcare Ponchielli di Cremona era stata costituita nel 2002 e ha come scopo istituzionale di “perseguire finalità di promozione e sviluppo di tutte le attività di rilevante interesse e valore artistico e culturale e, in particolare, delle arti musicali e teatrali in ogni loro forma”. Tra i Fondatori di diritto – insieme al Comune di Cremona – anche la Provincia che ha rivestito il ruolo fino al 2014 quando la partecipazione  attiva alla Fondazione è stata sospesa “in forza della difficoltà di Bilancio”.

Ora, però, lo scenario è cambiato: tra Provincia e Fondazione “sono intercorsi accordi istruttori finalizzati a riattivare l’esercizio del ruolo di socio Fondatore”. Accordi che hanno quindi portato alla decisione di riannodare il filo della partecipazione interrotta  otto anni fa.

Inoltre, gli attuali equilibri di bilancio, secondo quanto espresso nella delibera del presidente Signoroni, consentono alla Provincia di “rientrare gradualmente in un ruolo attivo di partecipazione alle attività istituzionali di rilievo del territorio, tra le quali la Fondazione Teatro Amilcare Ponchielli di Cremona” che “riveste un ruolo di primario rilievo per la diffusione della produzione artistica, teatrale e musicale”.

mt

© Riproduzione riservata
Commenti