Cronaca
Commenta

Gaia, i video e il messaggio. Per
il consulente sarebbe suicidio

Importanti novità sul caso di Gaia Randazzo, la 20enne estetista palermitana residente con la famiglia a Paderno Ponchielli, frazione Acqualunga Badona, sparita dal traghetto “La Superba” di GNV partito da Genova alle 23 di giovedì 10 novembre e arrivato al porto di Palermo venerdì verso le 20.

In queste ore è stata depositata la consulenza disposta dalla procura di Palermo sui tabulati telefonici, da cui sarebbero stati ricavati anche alcuni filmati realizzati da Gaia. Proprio quei filmati, in cui la ragazza sarebbe apparsa molto turbata, conterebbero anche delle scritte che lascerebbero intendere le sue intenzioni. Confermata la presenza sul telefonino della frase “Addio, ti amo”, ma anche di un “chiamatelo” tra parentesi, in riferimento all’ex fidanzato che la ragazza aveva lasciato qualche giorno prima di imbarcarsi.

La consulenza sarà ora a disposizione anche degli avvocati della famiglia di Gaia, che potranno così visionare il materiale. La procura di Palermo ha aperto un’indagine con il reato di istigazione al suicidio. Resta da verificare se questa ipotesi possa trovare conferma tra le conversazioni intrattenute dalla ragazza che potrebbe aver deciso di togliersi la vita perché spinta da qualcuno.

Sara Pizzorni

© Riproduzione riservata
Commenti