Nazionali
I commenti sono chiusiCommenta

Addio a Gosaku Ota, disegnò Mazinga Z e Goldrake

(Adnkronos) – Il fumettista giapponese Gosaku Ota, disegnatore di numerosi manga tra i quali spiccano i super robot Mazinga Z e Goldrake, creati da Go Nagai, è morto all’età di 74 anni in seguito a una polmonite legata alle complicazioni del Covid in un ospedale della prefettura di Gunma. La scomparsa è avvenuta lo scorso 12 dicembre ma solo ora la famiglia, dopo i funerali privati, ha diffuso la notizia, confermando i tributi apparsi sui social dal giorno di Capodanno da parte di diversi mangaka.  

Nato nel 1948, Ota intraprese la carriera di fumettista lavorando come assistente di Shotaro Ishinomori (Cyborg 009, Kamen Rider, Hokusai, Miyamoto Musashi). Dagli inizi degli anni ’70 è stato uno dei più stretti collaboratori di Go Nagai. Quando si era già affermato come uno dei creatori più importanti nel campo del fantasy, Nagai divenne celeberrimo con i suoi coloratissimi disegni di robot giganti che hanno alimentato la fantascienza, i manga e i cartoni animati.  

Ota, come assistente di Nagai, disegnò vari manga, come Mazinga Z (1972-73), Grande Mazinga (1974-75), Goldrake (1975-77), Getter Robot (1974-75) e Jeeg robot d’acciaio (1975-78). Ha poi disegnato la seconda metà del manga Machine Saurer creato da Go Nagai (Ken Ishikawa ne ha disegnato la prima parte) e il manga sulla pesca Tsuri Baka Taishō, lanciato nel 1981 e pubblicato in 10 volumi. È stato anche il creatore originale dell’anime Groizer X e ha disegnato il manga Mach Sos. 

© Riproduzione riservata
Commenti

I commenti sono chiusi.