Economia
Commenta

Ex Bertarini, incontro con sindacati:
decisioni finali nel prossimo Cda

Nuovo capitolo per la querelle sindacale sulla ex Bertarini, che alcune settimane fa ha annunciato la dismissione dello stabilimento e il licenziamento collettivo di tutti i dipendenti. Si è svolto oggi il primo incontro tra i vertici dell’azienda e i rappresentanti sindacali, Paola Marazzi, segretaria provinciale Fai Cisl, Maurizio Zanoni, segretario provinciale Flai Cgil, con i rappresentanti Rsu Gabriele Cima, Carmela Montonetti e Fabio Ramella.

L’azienda ha ascoltato le richieste portate avanti dai lavoratori, ossia oltre che di “ripensare al licenziamento collettivo e di tornare sui propri passi”, in alternativa quella di “di attingere alla cassa straordinaria in deroga attraverso fondi previsti dalla Regione e di valutare insieme la gestione del periodo dal 9 gennaio, data da cui i lavoratori sono a casa, fino al licenziamento o all’attivazione della cassa straordinaria” spiega Paola Marazzi.

Le richieste di oggi verranno portate al tavolo del cda che sarà entro 8-10 giorni. “Da parte dell’azienda c’è stato un’apertura per quanto riguareda la questione della cassa straordinaria” aggiunge Maurizio Zanoni. “Si sono riservati un po’ di tempo per discuterne”. C’è invece qualche difficoltà in più per quanto riguarda la gestione corrente: “Secondo noi i lavoratori devono percepire lo stipendio fino alla fine, mentre l’azienda vorrebbe anticipare le ferie, andando poi a trattenere l’eventuale negativo dal Tfr. E su questo assolutamente non c’è accordo” conclude. lb

© Riproduzione riservata
Commenti