Commenta

Trovato morto in fondo a una cava il ragazzo di Doveracercato da “Chi l’ha visto”

giovanni-cavallanti1-230x300

VICENZA- È stato trovato dai soccorritori in fondo a una cava a Santa Tecla sui Colli Berici,  il corpo senza vita di Giovanni Cavalcanti, 25 anni di Dovera. L’intervento delle squadre del Soccorso alpino di Padova era stato richiesto dai carabinieri giovedì mattina, dopo che mercoledì l’auto del ragazzo, C.G., 26 anni, era stata notata fuori strada in una scarpata, in località Santa Tecla, sui Colli Berici.  L’ipotesi più accreditata è quella della disgrazia. Dopo il nulla osta della magistratura per la rimozione, la salma è stata recuperata, trasportata sulla strada e affidata al carro funebre.

Chi l’ha visto su Raitre aveva ricevuto ieri sera un appello urgente: “Giovanni Cavallanti è scomparso ieri mattina e la sua fidanzata è disperata. Il ragazzo scomparso è di Dovera, in provincia di Cremona, ed è uscito di casa alle 8 circa del mattino per recarsi al lavoro a Lodi con il suo furgone bianco, un Piaggio Porter al quale è attaccato un rimorchio grigio, ma da quel momento sembra si siano perse le sue tracce.Giovanni Cavallanti ha 25 anni, occhi e capelli castani e al momento della scomparsa indossava una maglietta bianca a maniche corte, dei pantaloncini neri e scarpe antinfortunistiche di colore grigio; all’orecchio sinistro porta un orecchino d’oro bianco con diamantino”.

Tra poco più di due mesi Giovanni e la sua fidanzata avrebbero dovuto  sposarsi, infatti, in questo periodo i due giovani si stavano dedicando alla ristrutturazione della loro casa.

Francesca, la sua fidanzata, ha chiesto aiuto alla trasmissione Chi l’ha visto perché molto preoccupata in quanto il ragazzo non si è mai allontanato senza avvertire, era in continuo contatto telefonico con lei e non avrebbe mai saltato un giorno di lavoro senza avvisare.

Il furgone bianco targato DS586RE è stato ritrovato a Vicenza dalla polizia, ma né la fidanzata né la famiglia di Giovanni sapevano che lui dovesse recarsi lì. Ad allarmare tutti è anche il ritrovamento nel furgone del portafogli con il denaro, del telefonino, dei documenti e degli attrezzi da lavoro.

Nel corso della trasmissione su Rai 3 una signora ha telefonata dicendo di avere visto il furgone ad un incrocio, diretto verso Vicenza e che alla guida c’era un ragazzo con la maglietta bianca.

 


© Riproduzione riservata
Commenti