Commenta

Paoloni può lasciare CremonaPer lui obbligo di firma a Civitavecchia

paoloni-portiere

Il gip di Cremona Guido Salvini ha disposto l’obbligo di firma e di dimora a Civitavecchia, città di cui è originario, per l’ex portiere della Cremonese, ora del Benevento, Marco Paoloni, che era ai domiciliari in città, in via Bergamo, nell’ambito dell’inchiesta sulle partite truccate della Procura di Cremona. Guido Salvini ha revocato gli arresti domiciliari anche per il 55enne Dg del Ravenna Giorgio Buffone e per il 41enne ex calciatore Gianfranco Parlato che si trovavano agli arresti domiciliari dopo essere finiti in carcere il 1 giugno scorso nell’ambito dell’inchiesta sul calcioscommesse . Per Buffone il giudice ha disposto la completa libertà mentre per Parlato ha disposto l’obbligo di firma.

© Riproduzione riservata
Commenti