Commenta

Il rock-folk in dialetto cremasco del cantautore Gianluca Gennrai al Sant’Agostino di Crema

Gianluca-Gennari

Mercoledì 27 luglio terz’ultimo appuntamento con Anche se piove, 10 notti al museo, la rassegna organizzata dall’Assessorato alla cultura del comune di Crema che si propone di portare per 10 sere d’estate il pubblico cremasco negli splendidi chiostri del Sant’Agostino per presentare le più particolari espressioni della cultura locale.

L’ultimo appuntamento di luglio prima del rush finale di agosto vede il ritorno della musica nei chiostri del Sant’Agostino. dopo la trionfale serata con Gio Bressanelli, stavolta tocca a Gianluca Gennari tenere alta la bandiera della musica locale. Il cantautore di Montodine ha saputo ritagliarsi in questi anni il suo particolare spazio proponendo un particolare rock-folk cantato in dialetto cremasco. Melodie di stam- po americano e storie minime da Pianura Padana si fondono alla perfezione nella musica di Gennari, sostenuto da una band di grande spessore. Perché ben prima che l’Italia si accogesse della musica dialettale del Nord grazie a Van De Sfroos il nostro Capitan Gerundo aveva già tracciato la strada che porta il rock sulle rive del Serio.

Nel pomeriggio presso i chiostri del Sant’Agostino si terrà la conferenza stampa di presentazione del nuovo disco di Gianluca Gennari

La rassegna Anche se piove vede la direzione artistica di Emanuele Mandelli e la partecipazione di 10 tra associazioni e gruppi culturali: Salotto Musica, Laboratorio Tazebau, Saltatempo, Laboratorio Autori, Patronato Discinetici, Canto del cucù, Ap- prodo, Il Ghirlo, Simposio delle Muse, Accademia del Silenzio e Folcioni

Ingresso gratuito
Spettacolo dalle 21.30 circa
Durante la serata sarà aperto il Bar del Museo.

 

© Riproduzione riservata
Commenti