Commenta

Aem, primo cda di Franco Albertoni:saluto al sindaco e formalizzazione di tutte le nomine

Consiglio-di-Amministrazione-Aem-Evidenza

L’assemblea di AEM Cremona Spa nella seduta di mercoledì pomeriggio ha provveduto a nominare, per il prossimo triennio sulla base dei decreti di designazione già precedentemente sottoscritti, il nuovo Consiglio ed il nuovo Collegio Sindacale. Alla riunione è intervenuto telefonicamente anche il sindaco Perri che ha ringraziato i consiglieri e Sindaci uscenti per il  lavoro svolto nel corso del loro mandato.
Sono stati nominati Franco Albertoni (presidente) e i signori Mazzini Franco (vice-Presidente) , Corbani Francesco, Ghidoni Martino e Nassi Valeria Maria (consiglieri di amministrazione), che rimarranno in carica fino all’approvazione del bilancio chiuso al 31-12-2013. Sono inoltre stati nominati Claudio Romeo Bodini (presidente del Collegio Sindacale), Andrea Bignami e Luciano Fabiano Scolari, (Sindaci effettivi) e Marco Todeschini e Lanfranco Bolasco (Sindaci supplenti).
Il Sindaco formulando al nuovo consiglio  l’augurio di buon lavoro ha richiamato le grandi aspettative che l’amministrazione comunale riveste nell’operato della società sia per la realizzazione di importanti opere infrastrutturali  sia per la migliore  gestione delle impegnative operazioni valorizzazione patrimoniale condivise con l’Amministrazione comunale nonché  per la rivisitazione della modalità di erogazione di importanti servizi a favore della comunità cremonese. Una  raccomandazione particolare è stata formulata per prestare la massima attenzione al governo delle importanti partecipazioni detenute prima fra tutte LGH per la quale è in itinere l’adozione del Piano strategico per il prossimo quinquennio  ma  anche KM che dovrà dimostrare capacità di interpretare meglio il suo ruolo di erogatore di un servizio primario quale quello del Trasporto Pubblico Locale nonché le partecipazioni autostradali e quelle con i comuni del circondario.  Non è mancato un richiamo affinchè  gli  importanti investimenti funzionali alla  gestione del ciclo idrico integrato ed alla connettività veloce di cui la città può usufruire grazie agli importanti investimenti messi in campo negli anni da AEM siano attentamente salvaguardati, in stretta relazione con l’amministrazione comunale,  per preservarne il valore e garantirne il mantenimento funzionale ai bisogni presenti e futuri  della comunità cremonese.

 

© Riproduzione riservata
Commenti