Commenta

Castelponzone, Soncino, Gradella al Festival dei borghi più belli d’Italia

borghi

Dal 2 al 4 settembre, Scandolara Ravara (Castelponzone), Soncino e Pandino (borgo di Gradella) parteciperanno al Festival dei borghi più belli d’Italia di Castell’Arquato e Vigoleno. Con loro anche il comune mantovano di Sabbioneta che, come Castelponzone, è entrata di recente nel Club dei Borghi più belli d’Italia, e celebra così la sua adesione alla prestigiosa Associazione nazionale. Il borgo di Gradella sarà caso di studio in un convegno che si terrà domenica mattina a Vigoleno.

IL FESTIVAL

Tre giorni di festa, con stand gastronomici e artisti di strada, ma anche di studio e riflessione su come valorizzare al meglio il patrimonio degli angoli più incantati della Penisola. Una settantina i Comuni di tutta Italia rappresentati, diverse le delegazioni internazionali presenti, 40mila i visitatori attesi e tantissimi gli appuntamenti in programma fra cui mostre, cene tipiche e spettacoli pirotecnici. Per l’occasione sarà anche emesso uno speciale annullo postale.

I borghi più belli d’Italia sono dei veri e propri musei all’aperto: dai villaggi-fortezza ai ricetti medievali, dai centri marinari a quelli montani, ognuno caratterizzato dai suoi prodotti. Una vetrina speciale per apprezzare gli angoli più suggestivi della Penisola, tra atmosfere, tradizioni, sapori, idee. Per l’occasione sarà anche emesso uno speciale annullo postale.

Il Festival dei borghi pi belli d’Italia, organizzato dall’omonimo club che riunisce quasi duecento Comuni dell’Anci (Associazione nazionale comuni italiani), dalla Regione e dalla Provincia di Piacenza in collaborazione con la Camera di Commercio e Industria di Piacenza e le amministrazioni comunali di Castell’Arquato (PC), Vernasca (PC) e Dozza (BO). Proprio a Dozza, sabato 12 novembre, si terrà il workshop Buy BorghiWorkshop dell’offerta turistica dei borghi pi belli d’Italia che si propone come l’unico workshop del prodotto turistico dedicato esclusivamente ai borghi italiani.

IL PROGRAMMA

CASTELL’ARQUATO
Venerdì 2 settembre
Ore 11.30 Conferenza Stampa Alpitour
Ore 12.00 Aperitivo
Ore 17.00 Inaugurazione del Festival alla presenza dei rappresentanti dei Borghi
Ore 21.30  Cena tipica piacentina. A seguire, animazione.
Ore 23.00  Incendio del Castello. Spettacolo pirotecnico

Sabato 3 settembre
Ore 10.30 Apertura del convegno “Stati generali del turismo sociale in Italia: criticità, attese, proposte. E’ tempo di politiche sociali. I rapporti internazionali e gli strumenti a disposizione. Progetto pluriennale per il turismo” in collaborazione con O.T.I.S. Italia – Palazzo del Podestà
Coffee break
Pranzo tipico piacentino

VIGOLENO
Sabato 3 settembre
Ore 9.00  Accredito delegazioni presso Ufficio I.A.T.
Ore 10.00 Apertura mostre d’arte e iniziative culturali e promozionali
Ore 11.00 Convegno: “Piacenza: capitale europea dei prodotti D.O.P.”
Ore 12.00  Apertura punti ristoro
Ore 15.00 – 15.30 Cerimonia di apertura degli stand alla presenza delle autorità. Presentazione e saluto delle delegazioni straniere. Animazione, eventi e spettacoli. Artisti di strada del circuito “Bascherdeis”.
Musica: dall’Emilia Paolo Simonazzi, uno dei più celebri ghirondisti italiani, ed Emanuele Reverberi (violino e piva emiliana), dalla Lombardia il duo fisarmonica e piffero di Matteo Burrone e Andrea Ferararesi.
Dalla Calabria, Ettore Castagna e le Antiche Ferrovie Calabro-lucane: repertorio musicale calabrese vocale e strumentale.
Ore 19.00 Cene tipiche piacentine presso gli stand  gastronomici
Ore 21.30 Spettacolo di musica popolare (Enerbia) presso l’Oratorio Beata Vergine delle Grazie. Tra valzer con violino e antiche danze come la bisagna e il perigurdino.
Ore 23.00 Spettacolo pirotecnico
Ore 24.00  Chiusura stand

Domenica 4 settembre
Ore 10.00 Apertura stand
Ore 10.15 Collegamento con il programma Rai Uno Mattina
Ore 10.30 Annullo postale in piazza della fontana
Dalla Sicilia, in mattinata, si esibirà il quartetto Areasud: repertorio siciliano.
Ore 11.00 Convegno “Il caso Gradella: valorizzazione e tutela dei Borghi” Oratorio Beata Vergine delle Grazie.
Ore 11.30 – 13.00 Apertura punti ristoro e artisti di strada del circuito “Bascherdeis”
Ore 13.00  Pranzo tipico piacentino presso gli stand
Ore 15.30 – 17.00  Animazione ed eventi.  Fra gli altri, si esibiranno i Domo Migrantes, gruppo pugliese, che presenterà le antiche danze della Regione, dalla pizzica alle tarantelle.
Ore 17.00 Premiazione prodotti tipici
Ore 18.00 Cerimonia del “Passaggio della Bandiera” alla presenza dei Sindaci che ospiteranno il prossimo appuntamento. Concerto del polistrumentista Patrick Novara con una serie di antichi strumenti medievali ad ancia doppia quali la ciaramella e le bombarde.
Ore 19.00 Chiusura del Festival e degli stand

© Riproduzione riservata
Commenti