Cronaca
Commenta1

Avanti i banchetti contro il porcellum, raccolte 240 firme dall’Italia dei valori

Non si ferma a Cremona la raccolta firme per cambiare la legge elettorale. Fino a fine settembre l’Idv e il comitato Libera scelta andranno avanti con i loro banchetti referendari contro il ‘porcellum’, per il ritorno delle preferenze. Arrivano ora i dati su quanto raccolto dall’Italia dei valori, le cui postazioni, dagli inizi di settembre, hanno registrato code di persone intenzionate a sottoscrivere l’iniziativa. Per ognuno dei due quesiti (uno per l’abrogazione totale, l’altro per l’eventuale abrogazione parziale)  si contano sino ad ora 240 firme. Attività parallela dell’Idv quella della raccolta di adesioni per la proposta di legge costituzionale finalizzata alla cancellazione delle province: in questo caso le firme salgono a 270. “Mai vista un’affluenza così da quando faccio banchetti”, ha commentato Giancarlo Schifano (Idv). Tornando alla battaglia contro il ‘porcellum’, è possibile firmare i moduli anche a Spaziocomune, in piazza Stradivari. Qui, fino ad oggi, sono state invece raccolte 200 firme per ognuno dei due quesiti. L’Italia dei valori fa sapere che i propri banchetti saranno presenti in Galleria 25 aprile sabato dalle 9 alle 13. Sempre sabato, ma dalle 16 alle 19 saranno invece in via Solferino, come domenica allo stesso orario. In tutta Italia, sino ad ora, sono state raccolte circa 380mila firme. Per portare i cittadini alle urne sono necessarie 500mila firme entro il 30 settembre.

 

 

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti