Un commento

Partita la settimana della mobilità Censimento, biciclettate e incontri Il sindaco: «Migliorare i mezzi pubblici»

mobilità-evidenza

E’ partita la settimana europea della mobilità, evento che vede Cremona partecipare per il secondo anno consecutivo. Tanti gli eventi in programma a favore della mobilità sostenibile: bike sharing, bike tour, biciclettate, censimento della popolazione ciclistica, rilevamenti sull’inquinamento e aperitivi con gli autori. «Cremona si attraversa in dieci minuti – ha esordito il sindaco Perri durante la conferenza stampa -. Il Comune ha il compito di trovare le soluzioni che consentano di far entrare la città in una nuova fase, quella della mobilità sostenibile. Prendiamo il caso dei mezzi pubblici: a Cremona c’è un sistema che non va ed è colpa nostra. L’obiettivo di questa amministrazione è quello di creare un sistema di parcheggi sul perimetro del centro e di bus navetta piccoli ed ecologici. Non accetto – ha continuato il sindaco – che si dica che non ci siano soldi per i mezzi pubblici, perché i mezzi pubblici devono funzionare con le idee: tabelle orarie ragionate, bus adeguati, piccole attenzioni. Una delle attenzioni messe in campo, per esempio, è stata quella delle pavimentazioni di pregio sui corsi: invito a non utilizzare i mezzi e a rendere un domani la zona pedonale».
«Nella settimana della mobilità – ha dichiarato l’assessore all’Ambiente Francesco Bordi -, si inserisce il progetto In-Bici. Il Comune ha acquistato biciclette grazie ai fondi regionali e al contributo della Fondazione Cariplo, e le ha messe a disposizione dei cittadini». Il progetto InBici è un bike-sharing un po’ particolare: un sistema gratuito che gode della collaborazione di alcuni gestori privati che si occupano di iscrizioni, consegna e ritiro chiavi per i lucchetti, pulizia e manutenzione delle postazioni e delle due ruote. «Abbiamo avuto da ottobre a marzo, 800 iscritti e 3000 noleggi – ha detto l’assessore -. Abbiamo aumentato i punti noleggio e i parcheggi delle due ruote in tutta la città. Inoltre, stiamo lavorando affinché i presidi aprano i cortili delle scuole per far parcheggiare le bici agli studenti e avvieremo un’indagine ambientale sulla qualità dell’aria respirata dalle fasce più deboli che circolano sulla strada, pedoni, ciclisti e autisti degli autobus o dei taxi».
«Quella della mobilità è una settimana importante – ha terminato Piercarlo Bortolotti, presidente della Fiab (Federazione Italiana Amici della Bicicletta) di Cremona -. Serve per ricordare che esistono mezzi alternativi alle auto. Altrettanto importante è il fatto che il lavoro di sensibilizzazione e di sostegno alla mobilità sostenibile non si debba esaurire in una settimana e che si continui a fare per l’educazione stradale sulle due ruote».

PROGRAMMA SETTIMANA MOBILITA’

VENERDI 16 SETTEMBRE
Lombardia Bike Tour
– Percorsi turistici su due ruote (Cremona è una delle tappe). A Robecco d’Oglio i partecipanti saranno accolti dal Sindaco. A Cremona, cena, visita serale della città.

SABATO 17 SETTEMBRE
9.30 PRESSO SPAZIO COMUNE
Lombardia Bike Tour –
Percorsi turistici su due ruote (Cremona è una delle tappe). Incontro col sindaco Oreste Perri. A Pizzighettone aperitivo con buffet e incontro con le autorità. Partenza per Lodi-Milano.

DOMENICA 18 SETTEMBRE
17.30 PRESSO TACABANDA
Aperitivo con l’autore – Luca Conti presenta “Manuale di resistenza del ciclista urbano”

LUNEDI 19 SETTEMBRE E MERCOLEDI 21 SETTEMBRE
III Censimento dei ciclisti – Con rilevazioni elettroniche e manuali, su cinque direttrici della città, per tre ore al mattino e e tre ore al pomeriggio, verranno conteggiati i passaggi dei cremonesi in bicicletta. Chi vorrà potrà compilare un questionario sull’uso della bici e verrà offerto un cioccolatino ai ciclisti virtuosi

MARTEDI 20 SETTEMBRE
17.30 PRESSO SPAZIO COMUNE
Aperitivo con l’autore –
Francesco Gusmeri presenta “Prendo la bici e vado in Australia”. Tema, il turismo su due ruote

GIOVEDI 22 SETTEMBRE
18 DA PIAZZA STRADIVARI
Biciclettata in città – Una biciclettata per le strade del centro città. Presenti i bambini del bicibus e alcune bellissime bici d’epoca

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Roberto Bertoglio

    L’idea di allargare l’isola pedonale, non nuova, fino alle porte della città’ come si concilia con il parcheggio di piazza Marconi, con il mercato del mercoledì e del sabato, con le diverse attività commerciali e professionali del centro cittadino?
    Sul trasporto pubblico non c’e ad oggi un progetto che permetta una mobilita’ sostenibile come pure sul sistema delle piste ciclabili, sono solo alcuni esempi dove sento solo parole. Spero che la nuova pavimentazione dei due corsi dia ragione alla
    Amministrazione.