Ambiente
Commenta1

Partita la settimana della mobilità Censimento, biciclettate e incontri Il sindaco: «Migliorare i mezzi pubblici»

E’ partita la settimana europea della mobilità, evento che vede Cremona partecipare per il secondo anno consecutivo. Tanti gli eventi in programma a favore della mobilità sostenibile: bike sharing, bike tour, biciclettate, censimento della popolazione ciclistica, rilevamenti sull’inquinamento e aperitivi con gli autori. «Cremona si attraversa in dieci minuti – ha esordito il sindaco Perri durante la conferenza stampa -. Il Comune ha il compito di trovare le soluzioni che consentano di far entrare la città in una nuova fase, quella della mobilità sostenibile. Prendiamo il caso dei mezzi pubblici: a Cremona c’è un sistema che non va ed è colpa nostra. L’obiettivo di questa amministrazione è quello di creare un sistema di parcheggi sul perimetro del centro e di bus navetta piccoli ed ecologici. Non accetto – ha continuato il sindaco – che si dica che non ci siano soldi per i mezzi pubblici, perché i mezzi pubblici devono funzionare con le idee: tabelle orarie ragionate, bus adeguati, piccole attenzioni. Una delle attenzioni messe in campo, per esempio, è stata quella delle pavimentazioni di pregio sui corsi: invito a non utilizzare i mezzi e a rendere un domani la zona pedonale».
«Nella settimana della mobilità – ha dichiarato l’assessore all’Ambiente Francesco Bordi -, si inserisce il progetto In-Bici. Il Comune ha acquistato biciclette grazie ai fondi regionali e al contributo della Fondazione Cariplo, e le ha messe a disposizione dei cittadini». Il progetto InBici è un bike-sharing un po’ particolare: un sistema gratuito che gode della collaborazione di alcuni gestori privati che si occupano di iscrizioni, consegna e ritiro chiavi per i lucchetti, pulizia e manutenzione delle postazioni e delle due ruote. «Abbiamo avuto da ottobre a marzo, 800 iscritti e 3000 noleggi – ha detto l’assessore -. Abbiamo aumentato i punti noleggio e i parcheggi delle due ruote in tutta la città. Inoltre, stiamo lavorando affinché i presidi aprano i cortili delle scuole per far parcheggiare le bici agli studenti e avvieremo un’indagine ambientale sulla qualità dell’aria respirata dalle fasce più deboli che circolano sulla strada, pedoni, ciclisti e autisti degli autobus o dei taxi».
«Quella della mobilità è una settimana importante – ha terminato Piercarlo Bortolotti, presidente della Fiab (Federazione Italiana Amici della Bicicletta) di Cremona -. Serve per ricordare che esistono mezzi alternativi alle auto. Altrettanto importante è il fatto che il lavoro di sensibilizzazione e di sostegno alla mobilità sostenibile non si debba esaurire in una settimana e che si continui a fare per l’educazione stradale sulle due ruote».

PROGRAMMA SETTIMANA MOBILITA’

VENERDI 16 SETTEMBRE
Lombardia Bike Tour
– Percorsi turistici su due ruote (Cremona è una delle tappe). A Robecco d’Oglio i partecipanti saranno accolti dal Sindaco. A Cremona, cena, visita serale della città.

SABATO 17 SETTEMBRE
9.30 PRESSO SPAZIO COMUNE
Lombardia Bike Tour –
Percorsi turistici su due ruote (Cremona è una delle tappe). Incontro col sindaco Oreste Perri. A Pizzighettone aperitivo con buffet e incontro con le autorità. Partenza per Lodi-Milano.

DOMENICA 18 SETTEMBRE
17.30 PRESSO TACABANDA
Aperitivo con l’autore – Luca Conti presenta “Manuale di resistenza del ciclista urbano”

LUNEDI 19 SETTEMBRE E MERCOLEDI 21 SETTEMBRE
III Censimento dei ciclisti – Con rilevazioni elettroniche e manuali, su cinque direttrici della città, per tre ore al mattino e e tre ore al pomeriggio, verranno conteggiati i passaggi dei cremonesi in bicicletta. Chi vorrà potrà compilare un questionario sull’uso della bici e verrà offerto un cioccolatino ai ciclisti virtuosi

MARTEDI 20 SETTEMBRE
17.30 PRESSO SPAZIO COMUNE
Aperitivo con l’autore –
Francesco Gusmeri presenta “Prendo la bici e vado in Australia”. Tema, il turismo su due ruote

GIOVEDI 22 SETTEMBRE
18 DA PIAZZA STRADIVARI
Biciclettata in città – Una biciclettata per le strade del centro città. Presenti i bambini del bicibus e alcune bellissime bici d’epoca

 

© Riproduzione riservata
Commenti