Politica
Commenta4

Perri censura in Consiglio i consiglieri-celebra matrimoniIntanto la Polizia cerca le immagini delle finte nozze e le fasce tricolori

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=FwiKhQZxnqA[/youtube]

In attesa delle comunicazione del Prefetto al sindaco sulla vicenda dei finti matrimoni con veri consiglieri comunali con tanto di fascia, si muove la Questura di Cremona. Lunedì una volante si è recata al Relais Convento alla ricerca della fascia tricolore e per avere il nome del fotografo che ha scattato le immagini dell’ultimo finto matrimonio celebrato da Mirella Marussich. L’intervento della Polizia potrebbe far pensare che si tratti delle ricognizioni in corso ordinate dalla Prefettura prima di pronunciarsi sull’accaduto oppure che si sono aperte anche le indagini preliminari per l’accertamento di eventuali reati.

Intanto lunedì, in apertura di Consiglio comunale, il sindaco Oreste Perri è intervento sulla vicenda dei finti matrimoni in stile Las Vegas (dove una controfigura di Elvis Presley sposa i turisti, mentre al Relais Convento i consiglieri erano autentici) richiamando i consiglieri “a un maggior rispetto della istituzione che rappresentano e ad un comportamento etico consono”

“In relazione alla vicenda dei finti matrimoni celebrati da due consiglieri comunali, non voglio banalizzare la questione, né attribuirle una rilevanza diversa da quella che potrebbe avere, al di là del risvolto etico che in effetti ha. Mi sono rapportato immediatamente con il Prefetto, rappresentante del Governo a Cremona; sono quotidianamente in contatto con lui e con le altre istituzioni comunque interessate alla vicenda e mi atterrò alle indicazioni che verranno definite. – ha detto Perri – Entrando nel merito, voglio solo dire che, al  di là di eventuali responsabilità civili o penali che non compete a me accertare, la questione ha pur sempre un risvolto etico legato al senso di appartenenza e di rappresentanza della istituzione che va salvaguardata, anche attraverso il rispetto dei simboli della istituzione stessa che i cittadini ci hanno chiamato a rappresentare, nel rispetto dei diversi ruoli. Pur riconoscendo il buon lavoro espletato dai due consiglieri coinvolti in alcune mansioni amministrative loro delegate in settori diversi, non posso esimermi dal formulare loro un formale richiamo ad un maggior rispetto dell’istituzione che rappresentano e ad un comportamento etico consono al ruolo ricoperto”.

La dichiarazione del sindaco non è stata presa bene dalla consigliera Pdl Mirella Marussich che si è alzata dal suo posto ed ha lasciato l’aula consigliare.

© Riproduzione riservata
Commenti