Commenta

Seconda edizione del workshop sul turismo musicale

Foto1

Ventisei tour operator provenienti da tutto il mondo (14 europei e 12 del Nord America) specializzati nel turismo legato al tema della musica sono giunti ieri a Cremona per incontrare 43 operatori dell’offerta nell’ambito della seconda edizione dei workshop sul turismo musicale.

“Anche quest’anno il workshop presenta numeri di tutto rispetto – commenta il presidente della Camera di Commercio Gian Domenico Auricchio – confermandosi come appuntamento di rilievo del turismo musicale nel nostro paese. Un progetto sul quale come Camera di Commercio abbiamo fortemente creduto, impegnandoci affinché musica, liuteria, arte organaria costituissero davvero beni da mettere in circolo, elementi di attrazione in grado di sviluppare valori economici indispensabili per lo sviluppo del territorio”.

Le attività previste sono infatti il risultato di un progetto comune e condiviso da Regione Lombardia, Provincia, Camera di Commercio, Comuni di Cremona, Crema, e Casalmaggiore, Cremona Fiere e Fondazione Triennale, Teatro Ponchielli e Associazioni di categoria del commercio  e dell’artigianato, con il sostegno di Fondazione Cariplo nell’ambito del Distretto Culturale, che mira a promuovere il territorio grazie al valore identitario della musica. Il coinvolgimento delle Camere di Commercio di Lodi, Pavia, Mantova, Brescia, Milano e Bergamo ha contribuito a promuovere l’evento

Dopo il benvenuto in Auditorium, è stato un educational tour che ha interessato i luoghi della musica di Cremona, a dare il via all’evento, mentre questa mattina, a partire dalla 9,15, al Teatro Ponchielli si sono svolti gli incontri operativi con le nostre 43 strutture dell’offerta. A seguire, nel primo pomeriggio, la presentazione di quello che sarà un ulteriore motivo trainante per visitare il territorio, un unicum al mondo, il Museo del Violino. In serata il concerto presso la Sala San Domenico del Museo Civico. Il workshop sarà completato dalla visita di Mondomusica  nella mattinata del primo ottobre.

Cremona e la sua provincia, con questo II workshop intendono mettere a sistema, anche in campo turistico, ciò che la città e il territorio offrono nel campo della musica, della liuteria e dell’arte organaria. Un evento che intende evidenziere le grandi potenzialità turistiche della nostra provincia nel segmento musicale per consentirci di passare da un turismo oggi ancora di nicchia ad uno sviluppo del settore certamente più significativo.

 

OPERATORI DELLA DOMANDA

ADERENTI AL WORKSHOP SUL TURISMO MUSICALE 2011

 

26 operatori della domanda nazionale e internazionale presenti

 

1 operatore dall’Inghilterra

3 operatori dal Belgio

9 operatori dagli Stati Uniti

3 operatori dal Canada

3 operatori dalla Germania

2 operatori dalla Svizzera

2 operatori dall’Austria

3 operatori dall’Italia

 

LE PAROLE DI AURICCHIO (PRESIDENTE CAMERA DI COMMERCIO)

Sono particolarmente lieto di dare il benvenuto a tutti i presenti a questa seconda edizione del Workshop sul turismo musicale.

Un saluto particolare ai 26 tour operator provenienti da tutto il mondo specializzati nel turismo legato al tema della musica.

Mi auguro che apprezzerete la vivacità culturale e musicale di un territorio che si propone come “Distretto della  musica”, un progetto attorno al quale si sono già riconosciuti 120 operatori pubblici e privati con l’obiettivo di far vivere in modo tangibile ai visitatori la nostra tradizione musicale.

Avrete modo in particolare di conoscere la nostra offerta ricettiva rappresentata dalle 43 strutture che incontrerete nel workshop di domani, previsto in uno dei luoghi simbolo della nostra tradizione musicale: il Teatro Ponchielli.

Una tradizione, quella legata alla musica, che davvero contraddistingue tutta la nostra provincia, ricca di botteghe liutarie e organarie, ma anche di iniziative e festival che ne testimoniano la spiccata vocazione musicale e che in questo periodo – grazie a Liuteria in Festival e Mondomusica – si percepisce in modo particolare.

Tutte le istituzioni locali vi accolgono e vi danno il benvenuto, a partire da Regione Lombardia, che ha sostenuto e co-finanziato il progetto, dalla Provincia di Cremona attraverso il Distretto della Musica, dai Comuni di Cremona, Crema, e Casalmaggiore, a Cremona Fiere, alla Fondazione Triennale, al Teatro Ponchielli, alle associazioni del commercio e dell’artigianato. Un ringraziamento anche alle Camere di Commercio di Lodi, Pavia, Mantova, Brescia, Milano e Bergamo che insieme a Cremona, hanno promosso l’evento.

Soggetti diversi, uniti nell’obiettivo di sviluppare sinergie significative in grado di determinare un punto di svolta nelle politiche di attrattività del territorio attraverso una piattaforma di iniziative di marketing territoriale utili a intercettare turisti da tutto il mondo interessati al tema della proposta musicale.

La nostra tradizione musicale esprime la nostra identità ma, nello stesso tempo, ci proietta in una dimensione universale, una dimensione fruibile anche dagli ospiti che provengono dai Paesi più lontani che ci permette di veicolare tutte le nostre  eccellenze: quelle artistiche e culturali, i percorsi gastronomici, naturalistici, ciclo-turistici e la navigazione fluviale.

I nostri sapori, la musica, l’artigianato e le nostre tradizioni possono diventare un simbolo straordinario di arricchimento, sia dal punto di vista delle conoscenze che delle emozioni.

Risorse preziose per un territorio che, a breve, accrescerà il suo già eccezionale patrimonio con il Museo del violino, un unicum in Italia e nel mondo e un ulteriore, straordinario motivo trainante per visitare il territorio.

A tutti rinnovo il più cordiale benvenuto e porgo un caloroso invito a  “vivere” in pieno la realtà di Cremona e della sua provincia come luoghi della musica, nella convinzione che l’eccellenza in campo musicale che ci contraddistingue sia il nostro miglior biglietto da visita nel mondo.

Gian Domenico Auricchio
Presidente Camera di Commercio

 

FOTOGALLERY


© Riproduzione riservata
Commenti