Commenta

Dalla carta al digitale, Malvezzi: «Entro i primi mesi del 2012, procedure edilizie in digitale»

digitalizzazione

Proseguono le attività intraprese dal Comune di Cremona, Assessorato all’Urbanistica, per la semplificazione e la dematerializzazione. In questo campo dal 1° luglio 2011 è stata introdotta la dematerializzazione delle procedure edilizie nel Comune di Cremona in particolare la DIA e la SCIA e dal 1° di settembre è stata avviata una nuova sperimentazione che consente la riduzione delle copie cartacee per i permessi di costruire con la presentazione di due sole copie cartacee ed un CD con la prospettiva di arrivare al 2012 con la presentazione solamente on-line.

Il 5 ottobre, nella sede degli Ordini e Collegi Professionali, in via Palestro, si è tenuto il secondo incontro con i professionisti dal titolo “Dalla Carta al Digit@le – Dematerializzazione delle procedure edilizie nel Comune di Cremona“.
Sono intervenuti il vice sindaco Carlo Malvezzi, che ha svolto un intervento sul tema “Verso la completa dematerializzazione”, il presidente dell’Ordine degli architetti Emiliano Campari, il presidente dell’Ordine degli ingegneri Adriano Faciocchi, il presidente del Collegio dei geometri Giacomo Groppelli, il presidente ANCE Cremona Carlo Beltrami sull’argomento “Impressioni e riflessioni sulla dematerializzazione (attuale e futura), Achille Meazzi (Sportello Unico del Comune di Cremona) su “1° resoconto DIA e SCIA on-line, analisi e chiarimenti” e Marco Masserdotti (Dirigente del Settore Gestione Territorio del Comune di Cremona) con una relazione dal titolo “Nuove procedure. Linee guida per razionalizzare l’acquisizione dei pareri e/o atti d’assenso, fasi della sperimentazione del Permesso di costruire on-line”.

Grazie alla collaborazione preziosa degli ordini professionali e dei professionisti cremonesi – dichiara il vice sindaco Malvezzi – stiamo procedendo ad attuare uno dei punti più qualificanti del nostro programma elettorale la semplificazione delle procedure e la dematerializzazione possono contribuire a rendere più competitivo il nostro territorio. E’ un nostro preciso impegno nei confronti dei cittadini delle famiglie e delle imprese. Entro i primi mesi del 2012 contiamo di ridurre drasticamente l’uso della carta dematerializzando la richiesta di permesso di costruire e la richiesta di agibilità nel settore dell’edilizia privata, nello sportello unico per lasciare spazio al più efficace e meno costoso sistema digitale. Entro la fine dell’anno verrà programmato un nuovo incontro di confronto con le Associazioni.”

© Riproduzione riservata
Commenti