Commenta

Lo studioso cremonese Luciano Sassi: «Così ho certificato l’unica firma al mondo di Leonardo Da Vinci»

sassi

E’ cremonese colui che ha studiato e certificato l’unica firma al mondo di Leonardo Da Vinci. Luciano Sassi di Isola Dovarese, massimo esperto in conservazione del patrimonio librario e archivistico, non si è fatto impressionare da quell’autografo già scoperto nel 1909 e «in 60 secondi» – come dice nella telefonata con Cremonaoggi – ha avuto l’intuizione di andare più a fondo. Così, ha scoperto che sul registro notarile stipulato a Milano il 25 aprile 1483 per la realizzazione della tavola di altare “La Vergine delle Rocce”, conservato all’Archivio di Stato, c’era l’unica firma del Genio e in più l’unica “dritta”, non speculare. Sassi è riuscito a vedere l’eccezionalità che altri non avevano visto: “Io Lionardo da Vinci in tesstimonio ut supra scripsi”. Un lavoro lungo, durato un anno intero. Una scoperta importante che non cambia la storia del grande artista e scienziato, ma che ne testimonia direttamente e per la prima volta l’esistenza. «Siamo arrivati a stabilire che questa è l’unica dichiarazione che fa Leonardo di esistere perché normalmente sono altri che parlano di lui – dice Luciano Sassi -. E’ ovvio che non c’è niente di certo: la firma è unica appunto fino a questo momento, domani non si sa cosa si potrà scoprire».

Luciano Sassi by Cremonaoggi2

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti