2 Commenti

Case popolari sempre più care A Cremona affitti in crescita del 28%

EVIDENZA-cremona

Case popolari lombarde sempre più care. I canoni di affitto dell’edilizia residenziale pubblica sono in crescita del 30-40%. I dati arrivano da un’elaborazione condotta dal Servizio studi e valutazioni politiche regionale per il Comitato paritetico di controllo e valutazione del Consiglio regionale, pubblicata sul Sole24ore Lombardia. Stime che si basano sulle nuove regole per l’edilizia residenziale pubblica e che portano l’importo medio regionale mensile da 107 a 147 euro, con un incremento delle singole province che oscilla dal +16% di Pavia al +56% di Bergamo. Cremona è in linea con la tendenza regionale: l’aumento previsto dei Canoni per Aler e Comune è del 28%. L’obiettivo a lungo termine delle nuove norme che stabiliscono l’incremento degli affitti delle case popolari è quello di riqualificare il patrimonio edilizio, ma i sindacati sono scettici sull’effettiva riuscita del provvedimento.

La tabella pubblicata sul Sole24ore Lombardia di mercoledì 12 ottobre (pag. 4)

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • PIZZETTI IL PROPRIETARIO

    E’ il quinto invito pubblico che rivolgo al compagno onorevole Pizzetti perché spieghi come è diventato proprietario della ex sede del partito comunista in via Volturno. I dettagli, naturalmente, chi, come, quando, quanto: insomma, tutto ciò che è stato chiesto per le case di Scajola e Tremonti, dove il nostro magari s’è unito al coro generale di riprovazione, non tanto per l’affare in sé, ma per il tentativo di tenerlo nascosto.
    Leggete questa nota piena di amarezza di una compagna a http://www.cremonaoggi.it :
    “trovo surreale (ed un pochettino vergognoso) che non ci sia ancora stato un intervento chiarificatore da parte del diretto interessato o del suo partito. Molto delusa.”
    La stranezza è che il compagno ci ha abituati da una vita a leggere le sue immediate risposte a qualsiasi argomento, spesso con la postilla: sono sempre pronto a un incontro chiarificatore.
    E ancor più che questi miei inviti io li spedisca, oltre che in sede a Cremona (via Ippocastani, non via Volturno), ai vertici del partito, con una risposta sempre identica: silenzio assoluto.

    Cremona 13 10 2011 http://www.flaminiocozzaglio.info

    • bruno

      Forse perchè il prode Albertoni ha gestito il tutto?