Commenta

L’assegno rubato finisce nelle mani di un truffatore seriale

ass

L’assegno rubato al titolare di una pizzeria cremonese è finito nelle mani di un truffatore seriale. Lo hanno scoperto i carabinieri di Rivergaro (Piacenza). Ad essere stato raggirato da un 31enne bresciano pluripregiudicato, come tanti altri, un piacentino 40enne.

Solito schema quello del bresciano: prima la vendita di un cellulare, da oltre 300 euro, grazie a un annuncio su internet. Affare a buon fine, fiducia del ‘cliente’ ripagata. Poi nuovi ordini, più corposi. Il 31enne, che millantava di essere un venditore Apple, ha incontrato il piacentino, ha detto di non aver i prodotti con sé per un disguido, e si è fatto pagare lasciando a garanzia un assegno da 4mila euro. Proprio l’assegno rubato al titolare di una pizzeria cremonese. La scoperta è del 40enne piacentino al momento dell’incasso, avvenuto dopo ripetuti e infruttuosi tentativi di contatto con il bresciano. Da qui l’azione dei carabinieri, che hanno scoperto raggiri precedenti. Per il 31enne denuncia (truffa e ricettazione) e ordinanza di custodia cautelare.

 

© Riproduzione riservata
Commenti