5 Commenti

Giardini Pubblici, nel 2013 via il calcestre, largo alla pietra Intervento per 500mila euro

EVIDENZA-GIARDINI

Se ne parlerà solo nel 2013, ma l’intenzione c’è tutta. Tanto che a Palazzo Comunale si stanno già valutando alcune ipotesi. La sostituzione della pavimentazione dei giardini di piazza Roma è d’altra parte una delle promesse elettorali del sindaco Oreste Perri e una delle prime voci nei desiderata dell’assessore ai Lavori Pubblici, Francesco Zanibelli. L’intervento è tra le voci del Programma Triennale delle Opere pubbliche 2012/2014 del Comune di Cremona: “Manutenzione straordinaria – sostituzione pavimentazione p.zza Roma”. Accanto alla descrizione dell’intervento, quella della disponibilità finanziaria: 500mila euro nel 2013.

Conferma l’assessore Zanibelli: “Fatto salvo che le condizioni economiche sono variabili e nella speranza che la disponibilità economica del Comune resti invariata, l’intervento è oggetto di valutazione. L’intenzione è quella di mettere mano alla pavimentazione di piazza Roma per sostituire il calcestre, che in questi anni ha mostrato di dare grossi problemi. In particolare in caso di forti piogge, ma anche per la normale fruizione dei giardini da parte delle persone diversamente abili”.

“Dal punto di vista storico – prosegue l’assessore – ricordiamo che la pavimentazione inizialmente doveva essere in pietra, ma l’amministrazione Bodini optò per il calcestre stabilizzato, anche se poi stabilizzato non è mai stato”.

Di qui la volontà di intervenire, peraltro preannunciata dal sindaco in più occasioni. “L’idea – spiega Zanibelli – è quella di intervenire su tutta la pavimentazione della piazza, fino alle montagnole. Come prima opzione pensiamo ad una pavimentazione in pietra, magari in pietra serena e comunque in linea con quella a ridosso della pagoda”.

La seconda opzione prevede invece l’utilizzo di materiali compatibili con l’aspetto attuale della piazza e con le disposizioni della Sovrintendenza. “Per questo stiamo valutando le esperienze di altre amministrazioni – informa l’assessore -, ad esempio materiali composti con resine sintetiche che rendano l’aspetto e la consistenza del calcestre stabilizzato”.

A corredo dell’intervento, un impianto per il deflusso delle acque piovane.

“Abbiamo inserito l’operazione nelle voci del 2013 – conclude Zanibelli – perché per il 2012 non c’è la certezza della copertura economica e questo non è un intervento prioritario. La priorità è per gli interventi urgenti e le manutenzioni, ma la volontà di mettere mano alla pavimentazione dei giardini c’è tutta”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Giacomo Zaffanella

    Impossibile che il contratto per la realizzazione di questo schifo di calcestre non prevedesse penali a carico della ditta realizzatrice in caso di problemi? Complimenti a chi fece il contratto o a chi non ha mai pensato di far sistemare questa porcheria da chi l’ha pensata o eseguita!

  • angela

    Qualsiasi cosa si preveda di fare in sostituzione di quel inutile e antipatico calcestre sara’benedetta ma e’ mai possibile che un’amministrazione debba sempre perdere tempo per rimediare alle altrui sciocchezze? E pensarci anzitempo?!? SAREBBE DEMAGOGICO VERO.

  • CALCESTRE

    Per la destra cremonese pronta la nuova fossa dei leoni: il calcestre dei giardini pubblici.
    Confronto alle altre, spiega l’assessore Francesco Zanibelli, ingegnere, i soldi che servono per rimuoverlo sono bazzecole, solo 500 000 euro, se si trovano. Il problema sarà politico, cioè di Pivetti e dell’intera Giunta: non farci imputare moralmente davanti ai cittadini la riparazione, squittente la consueta sinistra, come già per Tamoil, piazza Arvedi, i viali etc etc ….essendo la specialità loro, quella dei problemi, dico, crearli.

    Cremona 23 10 2011 http://www.flaminiocozzaglio.info

  • Rinalda

    Ci sono famiglie cremonesi che non sanno più come arrivare al 20 del mese. Ci sono cassaintegrati che non riescono a pagare le bollette del gas e del telefono o l’affitto di casa o il mutuo. Ci sono giovani cremonesi senza alcun reddito…. e loro cosa fanno? Vogliono spendere 500.000 euro per cambiare il calcestre (sempre che poi restino 500.000 euro!!). La casa brucia e loro vogliono cambiare la cristalleria perché è un po’ sbeccata. Ma costoro il concetto di priorità dove ce l’hanno, sotto i tacchi? … Ma andèe a gnaiiii…..

    PS: accetto scommesse….. scommettiamo che il cantiere che si aprirà avrà le solite insegne? Io dico che le insegne saranno quelle di P.B….. e voi?

  • Annamaria Menta

    Veramente questi non hanno niente di meglio da fare che pensare alla pavimentazione dei giardini pubblici?
    Quanto poi a chi dall’interno del ‘Palazzo’ critica le passate (e dissennate) scelte una domanda semplice semplice: le forze politiche all’opposizione al tempo dei vari ‘misfatti’ cosa facevano, le parole crociate? Quello che criticate ora è spesso lo stesso a cui non vi siete opposti a tempo debito quando si sarebbe potuto cambiare rotta ed evitare danni. L’esempio dei giardini pubblici è emblematico: si è tolto una pavimentazione che non sarà stata di pregio ma era funzionale, si è speso una marea di soldi che potevano essere impiegati per un buon numero di anni per l’ordinaria manutenzione del verde cittadino e delle strutture del giardino stesso per ottenere un risultato squallido e per niente funzionale. Il tutto nell’assordante silenzio dell’opposizione dell’epoca, esattamente la stessa strategia dell’opposizione attuale che riesce al massimo ad emettere un flebile belato.
    p.s. mi sa che la scommessa è vinta in partenza…