Commenta

Natale, il progetto piace Unico neo, la data d’inizio: Ascom chiede di anticipare

evidenza-natale

Sobrio ed essenziale, ma alla fine il progetto è piaciuto alle associazioni del commercio e dell’artigianato. Si è concluso intorno alle 10.30 di questa mattina l’incontro a Palazzo Comunale sulle iniziative del Natale 2011. Presenti i rappresentanti di Ascom, Asvicom, Confesercenti, Confartigianato, il sindaco Oreste Perri, l’assessore al Commercio Nicoletta De Bona, il capo di Gabinetti, Walter Montini e il direttore generale del Comune, Massimo Placchi. L’amministrazione ha presentato il progetto incentrato in particolare sull’illuminazione, la cui realizzazione è stata affidata ad una ditta specializzata non di Cremona. Le luminarie partiranno dalle quattro porte della città, Porta Po, Porta Milano, Porta Romana e Piazzale della Libertà, per raggiungere il centro attraverso i principali corsi e, da qui, irradiarsi lungo le vie dello shopping. Al capitolo illuminazione si aggiungerà quello degli eventi, in fase di definizione anche perché su questo fronte potrebbero integrare le associazioni del commercio.

Il costo complessivo dell’organizzazione del Natale 2011 si aggira intorno ai 90mila euro, comprensivi dei contributi da sponsorizzazioni.

Unico fronte di dibattito, a quanto si apprende, è la data di partenza: il Comune ha proposto l’8 di dicembre, ma l’Ascom ha chiesto, in linea con gli altri anni, di anticipare la data di accensione delle luminarie.

“L’incontro è andato bene – ha commentato De Bona – e venerdì ci vedremo di nuovo per definire ulteriori dettagli nell’ottica di fare sistema con le associazioni. Il progetto è semplice ma raffinato e Confesercenti, Asvicom e Confartigianato si sono detti disponibili ad integrare. Pugnoli, per l’Ascom, ha apprezzato il progetto, ma si è riservato di dare una risposta definitiva dopo la riunione con gli associati di questa sera”.

Apertura, da De Bona, alla richiesta dello stesso Pugnoli per anticipare la data d’inizio: “Si era pensato l’8 dicembre, ma vediamo se è possibile anticipare”.

“Abbiamo recepito il progetto presentato dall’amministrazione – ha fatto sapere Pugnoli -. Lo presenteremo questa sera ai nostri associati. Di più non posso dire, se non l’unica osservazione che ho fatto riguardo la data d’inizio. Partire l’8 dicembre creerebbe problemi all’intero comparto, che è già pronto. L’8 dicembre è troppo tardi, creerebbe un danno d’immagine e un danno economico. Teniamo conto che dal 1983, da quando ci siamo occupati del Natale, abbiamo sempre iniziato l’ultima settimana di novembre”.

Commento positivo, infine, da Antonio Pisacane, segretario dell’Asvicom per la zona cremonese. “E’ un bel progetto – dice – che risponde alle linee guida delle associazioni. Preso atto della bontà del progetto, per quanto ci riguarda non possiamo che contribuire a migliorarlo ulteriormente sensibilizzando i commercianti a metterci un pochino del loro ad esempio per quanto concerne le vetrine e gli addobbi. Venerdì entreremo ulteriormente nel dettaglio, partendo da un progetto che merita di essere portato avanti”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti