Un commento

Concluso il primo corso per steward e hostess urbani Pronti per accogliere i turisti

steward-e-hostess

In occasione della chiusura del primo corso sperimentale di formazione per steward urbani gli assessori Jane Alquati e Irene Nicoletta De Bona hanno incontrato a Palazzo Comunale i partecipanti.  Gli studenti erano accompagnati dal dirigente scolastico dell’Istituto Professionale “Luigi Einaudi”, Carmine Filareto, e dalle professoresse Maria Teresa Dragoni e Laura Cantini, referenti del progetto per la scuola. Il corso è infatti frutto di una collaborazione tra l’Istituto professionale “Luigi Einaudi” ed il Comune di Cremona (Assessorato alle Politiche educative e della e l’Assessorato alle  Politiche Culturali commerciali e turistiche).

“L’iniziativa sviluppata in collaborazione con l’Istituto Einaudi – ha dichiarato l’assessore Irene Nicoletta De Bona – è molto importante per la città di Cremona e per la valorizzazione del suo territorio. Con l’aiuto dei giovani si vogliono valorizzare le risorse che la città offre ai turisti, e migliorare l’accoglienza verso chi visita il nostro territorio. La figura dello steward urbano si inserisce a supporto di quegli eventi e manifestazioni che richiamano flussi importanti di turisti, e integra i tradizionali servizi di informazione turistica. Questa figura ha la caratteristica di essere fortemente innovativa; sono ancora poche le città di dimensioni simili alla nostra che si sono dotate di uno strumento di questo tipo. A Cremona inoltre abbiamo scelto un percorso sperimentale nuovo coinvolgendo l’Istituto Einaudi, con il quale abbiamo già attive diverse collaborazioni, e che ringrazio  per la sensibilità e la disponibilità dimostrate. Ringrazio il personale degli uffici comunali che stanno lavorando a questa iniziativa, il dirigente scolastico, i docenti e tutti i ragazzi che prendono parte con entusiasmo a questo progetto che punta a migliorare l’immagine di Cremona in modo nuovo.”

“Cremona, città ricca di contenuti artistici, storici e culturali e accogliente per chi la visita ha tenuto a sottolineare l’assessore Jane Alquati – si dota di un ulteriore strumento per affermarsi in ambito internazionale. Il Comune, in accordo con l’Istituto Einaudi ha dato l’occasione a giovani studenti di mettersi a confronto con la realtà cittadina sperimentando una nuova figura professionale: Lo Steward Urbano. Il Comune ha voluto investire sui giovani, mettendo a disposizione questo innovativo e sperimentale percorso di formazione e di prospettiva professionale, ritenendo che i giovani siano un’importante risorsa per il territorio e fonte di talenti ed innovazione. Con il vostro contributo e la vostra adesione avete reso possibile questo progetto e contribuirete, come Steward urbani, a migliorare l’immagine della nostra città dotandola di un ulteriore strumento per incrementare l’accoglienza e l’ospitalità dei turisti. Oltre ai ragazzi che hanno seguito il corso e che saranno impegnati come sSteward durante le manifestazioni cittadine, ringrazio tutte le persone che si sono rese disponibili a collaborare mettendo a disposizione come docenti del corso la propria esperienza professionale, gli uffici del Comune coinvolti, il personale docente e la dirigenza scolastica dell’Istituto Einaudi. Ricordo infine che questa iniziativa rientra nell’ambito del progetto Verso Expo 2015. Cremona accogliente tra musica e fiume cofinanziato dalla Regione Lombardia (III Bando legge regionale 28/2004 sui tempi della città) che promuove l’attratività turistica e l’accoglienza, gli orari di servizi e commercio, la partecipazione dei giovani alla vita cittadina, in previsione del grande appuntamento di Expo 2015.”

Attraverso una serie di incontri di incontro è stata fornita  agli studenti una preparazione teorico-pratica per ricoprire la nuova figura di steward/hostess urbano istituita dal Comune di Cremona, e una formazione specifica nel settore del marketing turistico, che possa servire anche per la  loro futura attività professionale.

Gli steward saranno presenti durante gli eventi e manifestazioni cittadini di maggiore richiamo, offriranno ai turisti e visitatori un servizio informativo di prima accoglienza che consentirà di risparmiare tempo per reperire informazioni su come muoversi in città alla ricerca delle risorse turistiche e dei servizi di interesse e di avere sul posto le principali notizie relative agli eventi in corso.

Il percorso formativo era finalizzato alla conoscenza della città e delle sue peculiarità di interesse turistico e allo sviluppo delle capacità di comunicazione e relazione con i soggetti coinvolti (turisti, istituzioni, commercianti, cittadini). Il Comune ha messo a disposizione docenti qualificati, grazie anche alla collaborazione di partner quali la Provincia di Cremona e AemCom ed ha proposto un programma didattico dettagliato così strutturato:

Elementi di legislazione turistica (Paola Milo, Provincia di Cremona)
L’informazione e l’accoglienza turistica (Barbara Manfredini e Elisabetta Riboni Provincia di Cremona)
Gli itinerari turistici  di Cremona (Sonia Tassini, docente di storia dell’arte)
I  musei di Cremona (Marina Volontè, Comune di Cremona)
I prodotti tipici di Cremona (Carla Bertinelli Spotti)
L’accoglienza del turista straniero (Elena Zigliani, Comune di Cremona)
Le nuove tecnologie applicate al turismo (Corrado Ignoti, Aemcom)
Nozioni di sicurezza personale (Sonia Bernardi, Polizia Municipale, Comune di Cremona)
Informazioni sui singoli eventi (Palmiro Donelli, Sistema Turistico Po Lombardia)

Al termine dell’incontro, i ragazzi sono stati coinvolti in una esercitazione pratic nel centro storico. Ogni ragazzo che ha preso parte con profitto al corso potrà cimentarsi nel servizio sperimentale di steward urbano. L’iniziativa Steward e Hostess urbani  rispetto ad analoghe iniziative pilota di altre città ha il pregio di impiegare gli studenti del settore turistico offrendo ai giovani una nuova opportunità formativa; inoltre mette a disposizione della città uno strumento per incrementare l’accoglienza e l’ospitalità dei turisti. L’iniziativa si svolge nell’ambito del progetto Verso Expo 2015. Cremona accogliente tra musica e fiume co-finanziato dalla regione Lombardia (III Bando, legge regionale 28/2004 sui Tempi della città).

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • sandro

    Sono molto favorevole a questi corsi in età scolare, cosa che secondo me dovrebbe essere portata avanti anche per gli adulti.
    Fare lo steward non è un lavoro che si può improvvisare, la mia agenzia ci ha fatto fare un corso di formazione da La Fortezza, http://www.lafortezzavr.com/it/doc-s-44-199-1-servizi_steward.aspx un servizio di stewarding “chiavi in mano” adatto sia per gli ambienti chiusi che per quelli aperti.