Cronaca
Commenta18

Alloggi all’Aler, volantinaggio Lega: commissione snobbata

Nelle foto il volantinaggio della Lega

Lega tra la cittadinanza con toni di protesta nei confronti del sindaco. All’origine di tutto l’assegnazione all’Aler, da parte dell’amministrazione, di 391 alloggi e 200 garage. Questa mattina a decine, tra militanti e cittadini, hanno stazionato attorno al banchetto organizzato dal Carroccio nella zona di via Solferino: “Ancora una una decisione di questa maggioranza senza renderci partecipi”. Distribuiti volantini critici sul percorso che ha portato alla decisione: “Questa maggioranza – si legge – assegna all’Alea la gestione di 391 alloggi e 200 garages di proprietà del comune senza che la Lega, quale forza di maggioranza, venga informata dell’operazione. Ecco perché ci vediamo costretti, nostro malgrado, a porre pubblicamente alcune domande al Sindaco”.

“Qual è la motivazione – chiedono pubblicamente i leghisti – che ha portato l’amministrazione ad una scelta di questo tipo? Se la motivazione fosse di tipo economico, in che misura la stessa è positiva per il bilancio comunale? Chi gestirà le graduatorie di assegnazione degli alloggi e le rette degli stessi? Ancora il Comune di Cremona o ALER in totale autonomia? Gli introiti degli affitti a chi andranno e in che misura? Il personale del comune attualmente impiegato nella gestione degli stessi a quali mansione verrà assegnato? Perché rimangono in gestione al Comune solo i 162 alloggi di protezione sociale ad introito ‘zero’? Chi si occuperà delle manutenzioni di questi alloggi?”.

Qualche giorno fa l’approvazione dell’assegnazione con il passaggio in Giunta. La Lega ha sottolineato il mancato coinvolgimento, alla luce dello strappo tra il Carroccio e i gli assessori Alquati e Demicheli, così come la mancata discussione dell’assegnazione in commissione, dove il partito può dire la sua. Nella commissione del 30 settembre piano liquidato in pochi minuti con una rapida e generale panoramica, evidenzia la Lega chiamando in appoggio le conferme ricevute da consiglieri non leghisti della maggioranza che questa mattina sono passati al banchetto e che quel giorno erano presenti. La discussione (mai fatta), prosegue il Carroccio, era attesa in una seduta prevista a ottobre, come si legge anche nel documento di convocazione della commissione del 30 settembre.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti