Commenta

Zanchetta appende le scarpe al chiodo: resterà alla Cremo come collaboratore tecnico

Appende le scarpe al chiodo Andrea Zanchetta, calciatore grigiorosso alle prese negli ultimi tempi con continui guai fisici. Lascia il campo, ma non il calcio: l’ex centrocampista rimarrà alla Cremonese come collaboratore tecnico. L’annuncio in una lettera indirizzata alla Società. «Mi ero illuso – scrive Zanchetta – di riuscire a giocare ancora almeno per un anno, ne avevo una gran voglia, ma purtroppo il dolore non mi da tregua e mi limita in tutto e per tutto». Ecco il testo integrale della missiva.

La decisione che ho dovuto prendere è importante e darà una svolta diversa alla mia vita: con rimpianto e per cause di forza maggiore, nonostante gli sforzi fatti in questi mesi, nonostante l’appoggio di tutti, è arrivato il momento di appendere le scarpe al chiodo.
Mi ero illuso di riuscire a giocare ancora almeno per un anno, ne avevo una gran voglia, ma purtroppo il dolore non mi da tregua e mi limita in tutto e per tutto. Ho lavorato duramente, ho tentato di recuperare in ogni modo, sono stato lontano dalla mia famiglia per quattro mesi lunghi e sofferti; non c’e l’ho fatta, ma la consapevolezza di avercela messa tutta mi consola e mi fa star bene con me stesso.

Non sarebbe stato giusto però non dire come stanno le cose e cercare solo di “tirare a campare” fino alla fine del campionato.

È un momento particolare, tuttavia mi rendo conto di essere stato molto fortunato negli affetti e nel lavoro, perchè ho realizzato “un sogno che ti prende da bambino e ti porta sempre più lontatno”: ho giocato a calcio fino alla massima serie, come tutti gli essere umani ho avuto alti e bassi, ho vissuto momenti più o meno belli ma mi sono sempre impegnato e di questo ne vado fiero.

Ricordo tutte le squadre in cui ho giocato, ma la prima e, soprattutto, l’ultima sono quelle che ti regalano emozioni più intense perchè segnano l’inzio e la fine di una carriera.

Ringrazio il Presidente Arvedi, il Direttore Sportivo Turotti e tutti coloro che collaborano per il bene e il buon funzionamento della Società, che meriterebbe altri palcoscenici.

Non dimentico naturalmente i tifosi, che sono l’anima ed il cuore della Cremonese, l’allenatore, tutto lo staff ed i miei compagni di squadra, con i quali ho instaurato un rapporto di amicizia che spero possa continuare anche se non sarò più con loro in campo.

Spero prorpio che quest’anno la Cremo abbia più fortuna e possa ottenere così ciò che merita; sarò il primo e più convinto tifoso!

FORZA CREMO

Andrea Zanchetta

 

© Riproduzione riservata
Commenti