3 Commenti

Anche a Cremona lo “Sportello del cittadino”: spazio di tutela nei confronti dei pubblici uffici

sportello

(Nella foto Alessia Recupero, Luca Curatti, Alessandro De Nittis, Nicola Timpanaro quali presidente e soci consulenti dell’associazione)


Presso la sede di Cremona dell’Associazione Visioni Contemporanee in via Palestro 42, nella mattianta si è tenuta l’inaugurazione dello “Sportello del cittadino” tenuto dall’Associazione Utenti Servizi Pubblici, rappresentata per la provincia di Cremona dall’avv. Luca Curatti. Questa attività acquista un’importanza strategica, a fronte della soppressione dell’istituto del Difensore civico stabilita con la Finanziaria 2010, per la tutela dei cittadini nei confronti degli uffici pubblici e della pubblica amministrazione in generale.

Si tratta di una associazione di consumatori fondata nel 1982 a Roma, presente con circa 100 delegazioni sul territorio nazionale per un numero complessivo di circa 33.000 iscritti, nata per tutelare i cittadini utilizzatori di pubblici servizi e, nel contempo, favorire la loro partecipazione alle scelte delle amministrazioni preposte alla gestione ed erogazione dei servizi pubblici e contribuire alla diffusione del sistema consumeristico ed alla tutela del cittadino, sempre più spesso debole interlocutore nei rapporti sociali, personali e contrattuali. Per questo, l’inaugurazione di uno sportello di confronto con la cittadinanza in giorni ed orari stabilitì, potrà contribuire nel futuro a dare maggiore spazio e voce a chi da troppo tempo non trova una risposta anche a semplici esigenze del vivere comune, quanto uno stimolo ulteriore al miglioramento ed allo sviluppo di quel “senso civico”, troppo spesso dimenticato ed insufficiente alla risoluzioni delle grandi e piccole tematiche anche di una cittadina come quella cremonese.

L’Assoutenti è composta integralmente da volontari, non legata né a partiti né a sindacati né ad altri soggetti politici o economici.
 Aderiscono all’Associazione soci individuali ed associazioni di consumatori e di utenti di specifici servizi su tutto il territorio nazionale. Il Congresso dei delegati elegge il Consiglio direttivo nazionale, che a sua volta elegge il Presidente, la Segreteria e le altre cariche nazionali. Le delegazioni regionali e provinciali affrontano i problemi di carattere regionale e locale.
L’iscritto riceve gratuitamente consulenza e assistenza dagli esperti che gestiscono gli sportelli; partecipa alla vita associativa per il raggiungimento degli obiettivi enunciati nello Statuto, condivisi al momento dell’iscrizione.

La prossima iniziativa locale è la rassegna”Spazio all’informazione: incontri per dare risposte su temi di interesse comune”. Mercoledì 9 novembre alle ore 17.30 si terrà nella Sala Eventi di SpazioComune – Comune di Cremona – Piazza Stradivari n. 7 – un incontro pubblico: “Periodo di crisi? Suggerimenti e consigli per mettere al sicuro i tuoi risparmi”.  
In collaborazione con Assoutenti Cremona, l’avv. Luca Curatti, Presidente Assoutenti di Cremona, introdurrà il relatore, dott. Andrea Ferrari consulente finanziario Assoutenti. Non mancherà la presenza dell’amministrazione comunale con il saluto del dott. Roberto Nolli, Assessore alle Politiche Finanziarie e di Bilancio.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • elia

    Complimenti per la lodevole iniziativa e buon lavoro, per la tutela dei cittadini sempre più abbandonati e umiliati nei confronti degli uffici pubblici e della pubblica amministrazione.
    elia Sciacca

  • angela

    finalmente anche a Cremona una lodevole quanto opportuna iniziativa. Se tanto mi da tanto sara’di sicuro successo.

  • DIRITTO PROCESSUALE COMPARATO

    Londra, 6 nov. (Adnkronos) – I fuochi d’artificio e non un banco di nebbia potrebbero essere stati la causa del mega incidente stradale che ha provocato sette morti in Inghilterra, coinvolgendo 34 automobili. La polizia locale ha confermato che le indagini sono dirette verso una festa con fuochi di artificio che si svolgeva proprio in quel momento al Rugby Club di Taunton, capoluogo della regione sud occidentale del Somerset dove e’ accaduto venerdi’ sera l’incidente. Sarebbe stata infatti la cortina fumogena provocata dallo spettacolo pirotecnico, e non la nebbia, a levare ogni visibilita’ sulla strada.

    Come leggete dall’agenzia di sopra, disastri ambientali o artificiali non capitano solo in Italia. Noi siamo speciali esclusivamente nella giurisdizione, che insistiamo a chiamare Giustizia. Problema a quiz. Proviamo a immaginare un nostro Procuratore con pieni poteri a Londra.
    1) ordina la chiusura dei Rugby Club dell’intera Gran Bretagna.
    2) ordina il sequestro di qualsiasi elemento utile alla fabbricazione dei fuochi d’artificio, sempre, ovvio, sull’intero territorio nazionale.
    3) proibisce ogni festa di venerdì sera fino al termine delle indagini.
    4) chiede indagini autoptiche sul corpo delle vittime alla ricerca di tracce di alcol/droga.
    5) interdisce l’uso degli automezzi dalle 17 del venerdì alle 03 del lunedì successivo.
    6) propone l’arresto della regina, che non poteva non sapere.

    Quando finalmente sarà realizzata anche l’Europa politica, come successo con l’euro, moneta quasi unica, avremo un modello quasi unico di Pubblica Accusa: ho molti dubbi che i confratelli vorranno seguire il nostro.

    Cremona 07 11 2011 http://www.flaminiocozzaglio.info