3 Commenti

Pd a Roma, da Cremona partite quasi 200 persone

pd-roma

Nutrita delegazione del Pd cremonese, oggi pomeriggio a Roma, per la manifestazione organizzata dal partito. Tre i pullman partiti dal nostro territorio: uno dal capoluogo, un secondo per il capoluogo e i paesi e un terzo dal cremasco. Contando cinquanta persone per pullman, sono almeno 150 i democratici cremonesi che hanno preso parte all’iniziativa. A questi va però aggiunto chi ha scelto l’auto o il treno per spostarsi nella Capitale: almeno una trentina, fanno sapere dal Pd.

Presenti diversi consiglieri, come Alessia Manfredini, Mauro Fanti, Caterina Ruggeri, Annamaria Abbate, poi il coordinatore cittadino Daniele Burgazzi, l’ex sindaco Paolo Bodini, l’ex presidente del Consiglio comunale, Gigi Rotelli.

“Buona partecipazione da Cremona e buona manifestazione – dice Fanti -. E’ stata un’iniziativa tranquilla, gioiosa pur nella consapevolezza dei problemi del Paese. Ottimo l’intervento di Bersani, incentrato sui problemi dell’Italia e su come affrontarli. Direi che è un buon viatico per il Pd”.

“Una manifestazione molto partecipata, in un clima sereno – è il commento di Alessia Manfredini -. Bersani ci ha dato la carica e il suo messaggio, il messaggio dell’iniziativa, ‘Ricostruzione’, vale anche per Cremona”.

“Le contestazioni a Renzi? – dice Manfredini -, limitate a pochissimi. Quello che conta è il messaggio di Bersani: non si vince da soli ma in un percorso di condivisione”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • STURM UND DRANG

    Buona partecipazione da Cremona e buona manifestazione, dice Mauro Funerale Fanti, è stata un’iniziativa tranquilla, gioiosa pur nella consapevolezza dei problemi del Paese. Ottimo l’intervento di Bersani, incentrato sui problemi dell’Italia e su come affrontarli. Direi che è un buon viatico per il Pd.
    Sono le prime impressioni del nostro concittadino sulla grande manifestazione democratica svoltasi a Roma sotto la pioggia e le parole di Bersani. Che, lugubri come son state sull’oggi e il prossimo futuro, se non si caccia l’odiato B, non potevano che accendere le fantasie più nere del nostro. Una ripetizione, par di capire, della “gioiosa macchina da guerra” di occhettiana memoria, che, sembra rammaricarsi Mauro Funerale, con un po’ di preveggenza sarebbe stato meglio organizzare a Genova, palcoscenico ben più rappresentativo delle inefficienze berlusconiane.
    Mauro Funerale Fanti, l’uomo che non deve ridere, mai, e, quando capita, siate certi, o è sbaglio o obbligo di militanza e comunque lascia capire la sofferenza, impersona tutto l’impegno, serio, costruttivo, costante, del funzionario tipo da nomenclatura neodemocratica. Non rifiuta il sorriso per incapacità genetica, anzi, il lutto espresso giorno e notte non è di quelli irrinunciabili pure all’avviso di una buona novella, che purtroppo per gli uomini veramente impegnati non giunge mai, un Leopardi in diciottesimo, insomma, è solo un vestito d’obbligo da indossare, anche in pigiama, per essere pronti a ogni evenienza, da un’indagine sulla Coop al terremoto di Roma.
    Se pensiamo che riesce a star serio anche ascoltando gli interventi culturali del compagno professor Bonali Daniele….

    Cremona 06 11 2011 http://www.flaminiocozzaglio.info

  • SE QUESTO E’ UN DEPUTATO

    By Pizzetti Luciano, 6 novembre 2011
    Cozziglio, è già una domenica triste e doversi anche occupare delle sue paranoie diventa addirittura penosa. Io non ho alcuna reticenza in ordine alla casa in cui abito! Gliel’ho già scritto in tutti i modi possibili: formuli in modo chiaro le sue volgari e insinuanti accuse e io sarò lieto di risponderle con dovizia in Tribunale. La mia assoluta integrità morale non è certo scalfita dal suo miserevole chiacchiericcio. Oltretutto davvero lei pensa che, date la mia posizione pubblica e la lontana proprietà dell’immobile e ben sapendo delle canaglie che ci sono in giro -di certo intende bene il significato del termine- non abbia prestata un’attenzione persino maniacale alla correttezza dei comportamenti e delle procedure? Glielo ripeto per l’ennesima volta, cambi bersaglio perchè con me ha trovato pane per i suoi denti. Anzi prenda il Tavor e non abbia più l’ossessione di trovarne uno. Aspetto sempre le sue scuse.

    Di sopra avete letto l’ultima risposta del compagno onorevole Pizzetti alla mia domanda, seguita ormai da tantissimi cittadini, anche pdiiini: ci spieghi i termini esatti con cui è diventato proprietario della ex sede del partito comunista di via Volturno. Potete trovare il carteggio su http://www.cremonaoggi.it, settore politica, capitoli “Pd, con i rottamatori si apre il confronto sulle primarie” e “Ospedale, nuovi primari con Salini ospite, bordate di Pizzetti”.
    Sintesi, ad oggi il compagno rifiuta di illustrare come è diventato proprietario, lui è uomo di cui “moralità e rigore sono prossimi al cielo”, non è uno Scajola, che anzi è amico mio, suggerisce. Di conseguenza non deve spiegazioni.
    Io invece sono paranoico, coniglio, denigratore, dicitore di scempiaggini, pataccaro, miserevole chiacchierone, canaglia, etc etc, tutti difetti parzialmente rimediabili con l’assunzione di massicce dosi di Tavor. E se non la smetto di seccarlo, mi querela, a meno che, a volte è divertente, gli presenti le mie scuse !!
    Per qualche battuta, diciamolo pure, non condivisibile, Berlusconi è messo in croce da Unità, Espresso, Repubblica e sinistrini al seguito, che gonfiano la bocca, ma come si permette? ma non si rende conto? ma non vede che fa perdere la faccia all’Italia intera?
    Il suo partito invece, con un rappresentante del genere, la faccia se la imbelletta, e ancor più del suo partito, il Parlamento, di cui fa parte, e che sarebbe, composto da individui come lui, un’Istituzione !!
    Lo so bene, quel che sto per scrivere è nel libro dei sogni, mi piacerebbe tanto che a partire dal Consiglio comunale di oggi, gli uomini della destra, la nostra destra, al primo appunto di natura morale che giunga dalla sinistra, rispondessero: e la casa del vostro Pizzetti? e gli insulti del vostro Pizzetti?
    Ma so per lunga esperienza, non solo a destra, ovunque, lamentela lunga, determinazione nulla….

    Cremona 07 11 2011 http://www.flaminiocozzaglio.info

  • danilo

    Quando vedo i puffi in TV ce n’è uno cattivo,pelato,che s’intende di malefici e stregoneria ,che sembra la riproduzione sputata di Bersani. Non ricordo il nome, ma ogni volta che lo vedo penso a Bersani.
    Bersani, che con quel suo intercalare altopiacentino ,che più evoca il dramma e più scatena ilarità , è riuscito a sconfiggere il nemico comune di decine di milioni di italiani : che farà ora che il suo nemico è (quasi) inoffensivo ? Semolice. Si troverà un altro nemico , se no,
    come fa a portare la gente in piazza ?
    Però suggerimenti per un nemico possibile ( e non banale )ora come ora non ne ho.
    Forse bisognerà scrutare bene in viso gli alleati di coalizione di oggi per trovare il ” nemico adeguato ” di domani ? Chissà, forse il nemico era già in piazza o addirittura sullo stesso palco ?