Commenta

Alla Fiera di Cremona laboratorio di cucina gustosa senza glutine

bontà

Sempre più spesso si sente parlare di celiachia, anche perché in Italia vengono fatte ogni anno 20.000 nuove diagnosi con un incremento annuale del 20%. Numeri importanti, anche perché ormai nel nostro Paese gli intolleranti permanenti al glutine sono circa 100.000; tuttavia l’Associazione Italiana Celiachia stima che meno di 1 celiaco su 5 sia realmente diagnosticato, quindi il numero salirebbe potenzialmente a 600.000.

Un mondo sommerso ma che in cucina reclama giustamente gli stessi diritti in termini di gusto: solo fino a 10 anni fa, infatti, i cibi senza glutine erano pochi e non proprio allettanti dal punto di vista dei sapori e soprattutto della varietà. Oggi, invece, i cibi per celiaci continuano a moltiplicarsi in numero e in varianti, tanto che il Registro Nazionale dei Cibi Senza Glutine (si può scaricare dal sito del Ministero della Salute www.salute.gov.it) conta 3.238 prodotti, contro i miseri 281 del 2001.

Passi avanti notevoli, dunque, ma c’è ancora bisogno di far conoscere la celiachia e soprattutto di far scoprire agli intolleranti al glutine che in cucina si possono togliere comunque delle belle soddisfazioni, a partire dai bambini.

Per dimostrarlo, prosegue la collaborazione tra Il BonTà, il salone nazionale delle eccellenze enogastronomiche artigianali, in programma alla Fiera di Cremona dall’11 al 14 novembre 2011, con AIC (Associazione Italiana Celiachia), che in occasione della manifestazione organizzerà sabato 12 novembre ore 14,30 (Area Degustazioni) un vero e proprio laboratorio di cucina senza glutine dedicato ai bambini tra i 5 e i 10 anni.

Un corso per cucinare leccornie dolci e salate (pizza, pane, biscotti, torte, pasta, gnocchi ecc..) impastando farina senza glutine. Circa 40 bambini si “sfideranno” a chi è lo chef migliore, imparando a conoscere i prodotti e tutto quello che possono realizzare (e poi mangiare!) senza correre rischi con il glutine.

Per scoprire il ricco programma de Il BonTà potete visitare il sito www.ilbonta.it

 

© Riproduzione riservata
Commenti