Commenta

Finti tecnici Aem o Enel derubavano gli anziani Due uomini a processo per furto

tribunale

Suonavano al citofono e si presentavano come tecnici dell’Aem o dell’Enel. Poi, portavano via dalle abitazioni delle vittime, spesso anziane, soldi in contanti o gioielli di valore. Sono al processo accusati di furto in abitazione, Salvatore Bona, 33enne di Castrovillari (Cosenza) e Filippo Spicuzza, 26enne, nato a Vimercate e residente a Siracusa. I colpi sono stati messi a segno tra marzo e ottobre 2005 a Cremona, Pessina, Soresina, Pescarolo e Ostiano. I due sono difesi dall’avvocato Fabio Farina. In aula, le testimonianze degli anziani derubati che all’epoca avevano riconosciuto Bona e Spicuzza tra le foto segnaletiche mostrate loro dalle forze dell’ordine. A distanza di sei anni, però, davanti al giudice Pierpaolo Beluzzi e al pm onorario Paolo Tacchinardi, alcune delle vittime non hanno riconosciuto i due imputati. Rinvio del processo al 16 dicembre.

 

© Riproduzione riservata
Commenti