Commenta

Sinistra in piazza contro la chiusura dell’ex Inam

inam

“No alla chiusura dell’ex Inam”: questo l’incipit del volantino che Rifondazione Comunista e Sinistra Ecologia Libertà distribuiranno domani, dalle 15.45, nel corso di un presidio in Cortile Federico II. Il presidio, in particolare, è organizzato dai promotori della  raccolta firme per il mantenimento e rafforzamento dell’Ex Inam in occasione delle Commissioni congiunte di Comune e Provincia convocate per discutere dell’argomento.

“Presi in giro 3.500 cittadini cremonesi – si legge nel volantino -. L’assessore della Lega Bresciani non degna di una risposta il documento presentato dai promotori della raccolta firme e decide la chiusura dell’ex Inam. Ecco come la Lega ascolta il territorio! Anche dal sindaco e dal presidente della provincia nessuna risposta: si convoca una commissione dove i cittadini non potranno parlare  e illustrare le loro proposte in nome della partecipazione e della sussidiarietà!”.

“Pdl e Lega – Prosegue il volantino –  stanno demolendo la sanità pubblica: 5 miliardi di euro in meno con la manovra di luglio per il sistema sanitario nazionale; 1 miliardo di euro in meno con la finanziaria; 2 miliardi in meno per costruire o ammodernare gli ospedali. Questo significa in Lombardia 135 milioni di euro in meno per ricoveri, visite ambulatoriali, farmaci contro i tumori.

“Pdl e Lega stanno tagliando i fondi per anziani e disabili – si legge ancora -. Il fondo sociale nazionale passa da 108 milioni di euro nel 2008  a 25 milioni di euro nel 2012; il fondo per le persone non autosufficienti passa da 56 milioni nel 2011 a zero nel 2012. Anche a Cremona si attacca la sanità pubblica privando la popolazione di un importante presidio sanitario come l’ex Inam che potrebbe diventare un luogo dell’integrazione socio sanitaria a favore di anziani, non autosufficienti e disabili”.

 

© Riproduzione riservata
Commenti