Cronaca
Commenta54

“Fuori tutti da partecipate e giunta” Così il commissario della Lega mette all’angolo Alquati e Demicheli

Fuori tutti da enti, società e organi istituzionali. Ecco la nota del commissario cittadino della Lega, Raffaele Volpi, a militanti ed esponenti della Lega nelle istituzioni. La comunicazione formale dell’uscita dalla maggioranza è stata inviata oggi dal segretario provinciale Simone Bossi per conto di Volpi. Destinatari il capogruppo in Comune (Italico Maffini), il vicecommissario Raffaele Rastelli, i militanti della sezione cremonese e gli assessori comunali. Curioso quest’ultimo elemento: la nota è indirizzata infatti anche “agli ssessori presso il comune di Cremona”, vale a dire Jane Alquati e Claudio Demicheli. Gli stessi che la Lega, tramite Volpi, ha disconosciuto in più occasioni.

In effetti, pur essendo avviato nei confronti di Alquati e Demicheli il procedimento discipiliare per la mancata adesione allo “sciopero del Consiglio” indetto ormai settimane fa da Volpi, per i due leghisti in giunta i vertici nazionali del partito non hanno ancora deciso il provvedimento. In mancanza di una “sentenza” con relativa espulsione, Alquati e Demicheli restano a tutti gli effetti esponenti della Lega. Di qui la loro inclusione tra i destinatari della nota di Volpi. Alquati e Demicheli, in questo modo, vengono messi all’angolo: se decideranno – come è ormai chiaro – di restare in giunta, si porranno automaticamente fuori dal partito.

Si anticipa così nei fatti il provvedimento del nazionale nei loro confronti, dal momento che non è pensabile che un partito all’opposizione possa avere assessori in giunta.

Ecco di seguito il testo integrale della nota di Volpi, con il chiaro invito al ritiro della delegazione leghista dalle partecipate del Comune (peraltro già disatteso da Giuseppe Ferrari per Aem e Giuseppe Guarneri per Km).

A seguito della determinazione del Consiglio Direttivo Provinciale che ha ratificato la proposta di disimpegno dalla maggioranza che sostiene l’amministrazione comunale della Città di Cremona è opportuna ed immediata la necessaria uscita dei rappresentanti del Movimento dalle posizioni che implicano un rapporto fiduciario con detta amministrazione.
Resta sottinteso che per le varie modalità è opportuno attenersi ai percorsi formali previsti dalle norme amministrative e civilistiche di contesto.
E’ ulteriore richiesta ai rappresentati politici di attivarsi immediatamente in tal senso e di evidenziare inoltre, anche in modo formale, che la coerenza del Movimento si esercita senza sollecitazioni ma per scelta inerente alla situazione amministrativa diversamente da chi ricopre importanti incarichi rappresentando unicamente un personale mandato del Sindaco pur facendo riferimento a forze politiche d’opposizione che per anni hanno amministrato la città.

Un fraterno abbraccio
Raffaele Volpi
Commissario Cittadino

© Riproduzione riservata
Commenti