Cronaca
Commenta6

Vi portiamo nel Massarotti, un parcheggio mai decollato Tre milioni di euro, ne vale la pena?

http://www.youtube.com/watch?v=JahikfcL6pc

Eccolo qua l’oggetto misterioso. L’autosilo Massarotti, 321 posti, una saturazione intorno al 25%: costo tre milioni di euro. L’Aem Spa ne caldeggia l’acquisto. Lo stesso fa il Comune che lo ha addirittura deliberato in giunta. E’ bene chiarire che la proprietà è di una banca, il Monte dei Paschi di Siena che l’ha incamerato dopo il fallimento della Sga, Società Gestione Alberghi di Gori e Vincenzi, che lo ha realizzato sperando poi di cederlo al Comune nel quadro della legge Tognoli. Il Comune non lo comprò e per la Sga ci fu solo la strada del fallimento. Fino al 31 dicembre 2011 sarà  gestito dall’Apcoa di Mantova che ha già dichiarato di non aver nessuna intenzione di proseguire oltre il contratto. L’Aem Spa insiste per l’acquisto nel quadro della futura creazione di una società di gestione mista, pubblico-privato, delle aree sosta in città. Il partner sarà ovviamente Saba che porterà in dote alla nuova società il parcheggio sotterraneo di piazza Marconi (costato comunque al Comune oltre dieci milioni di euro) e i tanti stalli blu avuti in cambio alla riduzione di capienza dell’autosilo. Tre milioni di euro. Ma ne vale la pena?
Andando su e giù per l’autosilo di via Massarotti, il parcheggio appare pressoché vuoto. I piani più frequentati sono il primo (28 macchine) e il -1 (20). Sugli altri piani, si va dalle 15 alle 3 auto, fino alla terrazza completamente vuota e al -3 chiuso. Per un totale di 80 stalli blu occupati su 321 disponibili. Per il resto, il parcheggio è tutto sommato in buono stato, a parte qualche finestra rotta e alcuni bagni inagibili. Il vero nodo da sciogliere resta di fatto la sua redditività in termini di effettivo utilizzo.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti