Commenta

Mantova-Cremona-Milano, esasperazione al culmine Da stasera parte la protesta dei viaggiatoricon "lo sciopero del biglietto"

http://www.youtube.com/watch?v=yGGX7Bwm19c

– il video del guasto allo scambio realizzato da un pendolare alla stazione di Cremona (Youreporter)

Da questa sera (martoriata da ritardi sui 20 minuti e da viaggi su convogli vecchi e affollati per la presenza di carrozze chiuse) via allo sciopero del biglietto per i pendolari della linea Cremona-Milano. Dopo quaranta giorni di disagi (come si può leggere qui nel diario di un pendolare) parte la protesta dell’associazione Inorario. Ecco il comunicato dell’associazione lanciato via facebook e twitter agli utenti, oltre che con il passaparola.

“Concordando con quanto proposto da UTP (Utenti del Trasporto Pubblico), si segnala che da ora e sino a nuova comunicazione, è indetto lo SCIOPERO DEL BIGLIETTO sulla linea Mantova – Cremona – Milano, per protestare contro il completo abbandono a cui sono lasciati i viaggiatori della linea, senza che ve ne siano giuste cause.

Ricordiamo che lo SCIOPERO DEL BIGLIETTO prevede che il viaggiatore sia munito di regolare titolo di viaggio (biglietto/abbonamento) ma che, in caso di controlleria, si rifiuti di mostrarlo al personale viaggiante segnalando invece le numerose vicissitudini subite.

Un modo altrimenti gentile di attuare questa forma di protesta, potrebbe essere che, per presentare il titolo di viaggio, ci sia un momentaneo problema al sistema di controllo delle cerniere della propria borsa / giubbotto che ne impedisce momentaneamente l’apertura; si prevede la riparazione del guasto in 20 minuti; il viaggiatore si scusa per il disagio arrecato al personale viaggiante di TreNord..

Subito la riposta è stata positiva da parte dei viaggiatori, stanchi di subire continui disagi da parte di un servizio che si fa profusamente pagare ma che poi non dà nulla in cambio se non problemi. Ecco alcuni commenti postati su facebook.

-l’idea è buonissima, ma in tanti anni di viaggi quotidiani quasi mai mi è stato chiesto il titolo di viaggio…”

-Purtroppo il controllo del titolo di viaggio non è molto frequente, ma ogni tanto lo fanno.
Vediamo come va e nel frattempo organizziamoci per farci sentire. Questo è comunque meglio di niente, no?

-Io sono completamente d’accordo. Peccato solo che, se va bene, passano sul Mantova – Milano delle 14:20 e basta… da più di un mese al mattino (2646) o alla sera (2659-2661-2663.2665) non mi capita mai di vedere un controllore…

-L’ideale sarebbe fare un bel blocco davanti ai freccia rossa, ma anche qui c è poi il rischio di una denuncia.

-Dimenticavo… penso di essere uno dei pochi che, alcuni anni fa, in seguito a questa protesta ha preso una multa per “rifiuto di generalità” presa dal personale FS in “collaborazione” con la PolFer di Cremona.

-Propongo di iniziare da questo, dato che il blocco dei binari è una cosa decisamente illegale.
-Se qua rischio una multa, pazienza! Ma almeno provo civilmente a mostrare il nostro disagio. Proviamo, non ci costa nulla.

-devono seguirci TUTTi, perché tutti siamo nella stessa barca che purtroppo sta affondando.

-Comunque, tornando sul discorso mostrare/non mostrare i biglietti, penso che, chi volesse evitare eventuali multe, basta che impieghi 10 minuti per trovare il biglietto. Sicuramente il disagio c’è ed il personale dovrebbe giustificare ai superiori il motivo di così pochi controlli rispetto a quelli abituali.

-Per me infatti è far si di impegare 5/10/15 minuti a testa per mostrare il biglietto la tattica giusta! E se minaccia di fare la multa, ripetete che voi il biglietto ce l’avete, ma che non lo trovate. Quando inizia a scrivere, ZAC lo si tira fuori. E ricordatevi di scusarvi per il disagio!

-Si, lo scopo non sarebbe quello di guadagnare ma quello di ROMPERE LE SCATOLE!!!

Intanto, i pendolari si muovono anche con i video per testimoniare i disagi di Trenord. Quello sopra è il filmato realizzato da un pendolare stamattina (pubblicato sul sito Youreporter) quando il guasto allo scambio nella stazione di Cremona ha costretto il treno 6.58 per Milano fuori dalla stazione per circa mezz’ora.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti