2 Commenti

Dopo blocco e targhe alterne le pm10 non scendono Aria di nuovo irrespirabile Attesa decisione sul provvedimento

evidenza-targhe

Non vanno giù. Dopo il blocco al traffico di domenica, le polveri sottili erano salite al valore record di 204 microgrammi al metro cubo. Dopo il primo giorno di targhe alterne, le centraline registrano di nuovo pm10 in aumento. La media dell’area 1 è di 65 microgrammi al metro cubo, oltre la soglia limite dei 50. Tre rilevamenti su quattro sono al di sopra del limite: la più alta è via Fatebenfratelli con 82 microgrammi al metro cubo, seguono Spinadesco con 69 e piazza Cadorna con 61. L’unica al di sotto della soglia, anche se di pochissimo, è la centralina di via Gerre Borghi con 48 microgrammi al metro cubo. I dati arrivano nella seconda giornata di targhe alterne (oggi circolano solo le dispari). «Vediamo come vanno le pm10 e poi decidiamo se continuare anche venerdì», aveva detto ieri l’assessore Bordi. Con un nuovo sforamento, il diciottesimo solo nel mese di febbraio stando alla media dell’area 1, cosa farà l’amministrazione? La decisione si attende per la giornata di oggi.

Greta Filippini

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Marco

    Targhe alterne? Ma se c’è più traffico di prima …

    troppe deroghe euro 3 / 4 / 5 …

    Se targhe alterne deve essere che sia … ma che si vedano circolare solo targhe pari o dispari a seconda del giorno …

    e poi il divieto di circolazione con relativo blocco dovrebbe essere esteso a tutto il comune di cremona e non solo al centro storico …

    Cos’ì il centro respira e la periferia (Via Fatebenefratelli insegna) Gassifica ….

  • Alex

    La cosa strana era se scendevano, dato che non c’è stato sostanzialmente nessun blocco del traffico.