Cronaca
Commenta17

Nuovo 'caso Demicheli': i sindacati fermano le trattative col Comune in segno di protesta contro l'assessore, che avrebbe richiamato un dipendente

Nuovo scontro tra i sindacati e l’assessore ai servizi cimiteriali e alle periferie, Claudio Demicheli. Oggetto del nuovo scontro, un richiamo che l’assessore avrebbe rivolto ad un dipendente comunale in servizio presso il cimitero di Cremona.
Questa mattina, per denunciare l’accaduto, i sindacalisti Cesare Leoni e Monica Vangi (Cgil) si sono recati a Palazzo Comunale con Giorgio Salami, Rsu del Comune. Qui i rappresentanti del sindacato hanno incontrato il sindaco Perri e il direttore generale, Massimo Placchi.
“L’assessore non è nuovo a questi episodi – spiega Leoni -. Ci è stato riferito che nei giorni scorsi è andato al cimitero, dove avrebbe trovato un dipendente fuori posto. Demicheli si è sostituito al dirigente e ha richiamato il dipendente”.
“Già in precedenza – prosegue Leoni – il sindaco aveva assicurato che non si sarebbero più verificati episodi di questo genere, ma così non è stato. Per questo, insieme con la Rsu, le segreterie di Cgil Cisl e Uil hanno deciso che non si presenteranno alla trattativa con il Comune prevista per il 27”.
L’incontro del 27 rientra nell’ambito della trattativa per il fondo di produttività dei dipendenti comunali, ma i sindacati comunicheranno oggi con una lettera ufficiale all’amministrazione che sospenderanno la trattativa in segno di protesta.
Ridimensiona l’episodio, invece, il diretto interessato. “Il fatto risale a lunedì mattina – dice Demicheli -. E’ successo semplicemente questo: io, come tutti  i giorni, sono andato al cimitero e ho verificato che al cancello mancava una guardia giurata. Non era la prima volta: quella persona spesso non è al suo posto, tant’è che lo trovo sempre negli uffici”. A quel punto, spiega l’assessore, “visto anche che in dieci giorni si sono verificati due furti all’interno del cimitero, ho chiesto alla guardia di uscire e stare al cancello. Mi ha risposto che stava piovendo. Ora, se uno non vuol stare al suo posto, fa un altro lavoro”.
Nessuna polemica e nessun richiamo, dice Demicheli: “Mi sono limitato a far presente l’episodio al dirigente. Mi sembra il minimo, visto che, come assessore, ho anche il compito di tutelare i beni dei cremonesi all’interno del cimitero”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti