Cronaca
Commenta6

Vertice di maggioranza a Palazzo comunale: occhi puntati sull'Udc, a rischio di strappo

AGGIORNAMENTO ORE 21.30 – Incontro non del tutto risolutivo secondo l’Udc che resta in maggioranza ma chiede a Perri dignità politica. “Nessuno strappo – ha dichiarato il segretario cittadino Giuseppe Foderaro -, ma c’è ancora molto da fare. O il metodo funziona, o non ha senso andare avanti, così in una situazione che non fa bene a nessuno». Le richieste dell’Udc: un summit di maggioranza a tema e la riduzione degli assessori a sette. “L’Udc – ha proseguito Foderaro – non ha chiesto di entrare in Giunta, ma di avere un ruolo”.

AGGIORNAMENTO ORE 19.45 – L’Udc, durante il vertice di maggioranza, ha chiesto al sindaco di mettere nero su bianco le linee di fine mandato, chiedendo al contempo di ridurre la giunta a 7 assessori.

Si chiude oggi la verifica di maggioranza avviata nelle scorse settimane in Comune. A Palazzo Comunale il sindaco sta incontrando i segretari delle forze politiche che sostengono la sua maggioranza: Pdl, Udc, Lista Perri, Lista Ceraso, Futuro e Libertà e gruppo misto.
Gli occhi sono puntati in particolare sull’Udc. La verifica è stata infatti chiesta nei mesi scorsi dai centristi e sul tavolo restano aperte le questioni poste dal partito nel corso dell’incontro avuto con Perri il 14 febbraio. In quell’occasione, l’Udc ha subordinato la sua permanenza in maggioranza al fatto che il sindaco riconosca ai centristi “pari dignità politica”.
Dal punto di vista politico, ha spiegato nell’occasione il segretario provinciale Giuseppe Trespidi, “abbiamo chiesto al sindaco di preparare un documento conclusivo della verifica, con gli impegni da assumere fino a fine mandato. Il documento dovrà poi essere condiviso in maggioranza”.
“Abbiamo chiesto anche di restituire dignità all’Udc in maggioranza – ha concluso il segretario -. L’Udc, pur avendo sostenuto Perri, non ha ancora avuto la dignità politica che le compete. Trovi il sindaco il modo di riconoscerla. Questo non vuol dire necessariamente un posto in giunta, ci sono tante forme per farlo, a partire da un incarico al nostro consigliere comunale”.
Stando alle indiscrezioni, tra le ipotesi in campo c’è infatti l’affidamento al consigliere Angelo Zanibelli di una delega speciale nel settore del welfare.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti