6 Commenti

"No alla vivisezione" Striscioni alla Scuola di Liuteria contro Green Hill

no-vivisezione-alla-scuola-di-liuteria

Due striscioni, “No Green Hill” e “No Vivisezione” sono stati esposti dalle 16.30 alle 17.30 alle finestre della Scuola internazionale di Liuteria di Cremona in via Colletta. L’iniziativa per chiedere la chiusura dell’«allevamento-lager» di Montichiari, in provincia di Brescia, che alleva e vende cani beagle destinati alla vivisezione. La protesta in vista del voto del Senato sulla legge antivivisezione e della manifestazione nazionale degli animalisti organizzata il 27 marzo davanti a Palazzo Madama. Dopo l’approvazione alla Camera, infatti, gli attivisti temono che ci possa essere un colpo di mano delle lobby farmaceutiche in Senato per modificare l’emendamento Brambilla che, se confermato, porterebbe alla chiusura di Green Hill.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Airone

    Grazie ragazzi! Vi stimo!

  • amelia

    BRAVI RAGAZZI!! SOLIDARIETA’ E STIMA!!

  • GLI ANIMALI SONO TUTTI EGUALI, MA QUALCUNO MENO DEGLI ALTRI

    Da http://www.cremonaoggi.it.
    “Due striscioni, No Greeen Hill e No Vivisezione, sono stati esposti dalle 16.30 alle 17.30 alle finestre della Scuola internazionale di Liuteria di Cremona in via Colletta. L’iniziativa per chiedere la chiusura dell’allevamento-lager di Montichiari, in provincia di Brescia, che alleva e vende cani beagle destinati alla vivisezione.”
    Bene. La settimana prossima, fino al termine dell’anno scolastico, due striscioni contro la barbara usanza di immergere aragoste e lumache nell’acqua bollente: uccise così, sostengono i buongustai, sono più gustose.

    Cremona 23 03 2012 http://www.flaminiocozzaglio.info

    • amelia

      I maltrattamenti e le crudeltà inflitti gratuitamente agli animali sono infiniti. Ricordo brevemente: allevamenti intensivi, utilizzo animali nei circhi, caccia, abbandoni e altro…la vivisezione completa l’opera e manifestare con uno striscione la propria idea in vista del voto del Senato sulla legge antivivisezione mi è sembrato un atto di civiltà e di sensibilità nei confronti di una problematica che da anni fa pensare e discutere. L’ironia,la solita banale ironia, è proprio fuori luogo e fastidiosa, fatta solo per parlare a vuoto…e per l’indomabile bisogno di essere sempre contro qualcuno…

      • Lorenzo

        Brava Amelia, grazie. Noi abbiamo messo i manifesti e siamo vegetariani, ovviamente ripudiamo ogni tipo di violenza. Ma se possiamo accettare che una persona decida di mangiare carne perchè la natura la offre, trovo inammissibile che gli animali vengano sottoposti a test così crudeli (che non portano neanche grandi risultati) solo perchè qualcuno si sente migliore, o più importante di loro.

        Sig. Cozzaglio, per aver messo quel manifesto abbiamo rischiato molto a scuola, essendo la preside contraria (ovviamente, vista la sua posizione). faccia lei un manifesto contro le lumache e le aragoste cotte vive, collaboriamo tutti!

        • Con ragazzi come voi, possiamo sperare per un mondo migliore! Avete intelligenza e cuore, spirito e coraggio… forza, andate avanti così!

          UNA Cremona (Uomo-Natura-Animali)
          http://www.unacremona.it

          P.S. Se volete informazioni, materiale da divulgare ecc. contattateci (mail e pagina FB sono indicati sul sito)… o passate a trovarci ad uno dei nostri tavoli informativi! Il prossimo è domani (domenica 25), tutta la giornata, ai Giardini pubblici (Piazza Roma) a Cremona.