Commenta

Acqua, a poche ore dall'assemblea le società affidano a un professionista la creazione del Gestore Unico

acqua-evidenza

A poche ore dall’assemblea decisiva dei sindaci sul servizio idrico cremonese (in programma mercoledì 4 aprile a Ca de Somenzi), una riunione di tutti i rappresentanti delle società costituenti il Tavolo Idrico Provinciale (AEM SpA, Padania Acque SpA, SCS gestioni srl, SCRP Spa, APES srl, ASPM Soresina, Servizi srl, AEM gestioni srl, Padania Acque, Gestione SpA, ASM Castelleone SpA), organizzata a Padania Acque. La decisione? Affidare l’incarico ad un solo professionista per realizzare un’operazione di scissione parziale e proporzionale allo scopo di creare il Gestore Unico del Ciclo Idrico Integrato e per siglare la richiesta al Presidente del Tribunale della designazione del perito.
“Con questi atti – si legge nel comunicato firmato dall’architetto Ettore Barbati, coordinatore del Tavolo – si completa la prima fase del programma che il Tavolo Idrico si è dato e si attesta la volontà degli attori del Tavolo Idrico stesso di adempiere agli obblighi che si sono reciprocamente assunti nella Dichiarazione Programmatica, firmata il 6 febbraio, in quanto riconoscono la valenza economico‐sociale della gestione del Servizio Idrico resa sul territorio cremonese, e, responsabilmente, hanno concordato di intraprendere un percorso che porti all’integrazione dei rispettivi rami idrici per realizzare un Gestore Unico, che avrà come obiettivo principale l’erogazione di un servizio con modalità economica. Un Gestore Unico del Servizio Idrico Integrato nella Provincia di Cremona efficiente, che valorizzi il capitale umano, tecnico, strumentale e finanziario, mutuato dai diversi attori del settore, creerà “valore” sia per i cittadini‐utenti, a cui la risorsa idrica appartiene, sia per gli enti pubblici che, direttamente o indirettamente, deterranno la proprietà del Gestore Unico stesso”.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti