Commenta

Edifici costruiti in cooperativa Per loro l'Imu raddoppia L'anomalia anche nel cremonese

case-imu-cooperative

Imu, imposta municipale unica. 18 mila famiglie lombarde dovrebbero pagare un’imposta doppia. Sono i soci delle cooperative edilizie a proprietà indivisa, cioè coloro che hanno costruito insieme un condominio e ci vivono in affitto. Per loro, pur non avendo altre case, scatta l’Imu per le seconde abitazioni con aliquota al 7,6 per mille. Viene negato, dunque, il valore di prima casa perché la proprietà non è individuale, ma collettiva per il tramite di una cooperativa. Un aumento di dieci volte rispetto all’Ici: un esempio, da 47 euro per un appartamento da 70 metri quadrati a 450 euro. In provincia di Cremona sono sette le abitazioni e sette le famiglie coinvolte. Secondo la Lega Coop, 4 gli interventi programmati nel ciclo 2011/2013 (Pianengo, Torre de Picenardi, Pieve San Giacomo, Cremona) per un totale di 28 alloggi e 2710 metri quadrati di superficie.
Il precedente regime Ici riconosceva agli alloggi locati appartenenti alle cooperative a proprietà indivisa e mista il medesimo trattamento previsto per le unità immobiliari destinate ad abitazione principale. In particolare, un’aliquota agevolata e le relative detrazioni: 200 euro per ogni nucleo familiare. Successivamente, l’esclusione delle abitazioni principali dal pagamento dell’Ici introdotta dal governo Berlusconi era stata esplicitamente estesa anche agli alloggi locati di proprietà delle cooperative indivise e miste. Ora invece il Decreto istitutivo dell’IMU non equipara più gli alloggi sociali delle cooperative di proprietà indivisa e mista alle abitazioni principali dal punto di vista dell’aliquota ridotta (0,4%), pur riconoscendo le detrazioni previste per la prima casa. ”L’aggravio annuo potrebbe raggiungere i 665 euro”, ha sottolineato l’Alleanza delle Cooperative che poi spiega: ”Considerando che nel 2007, con il precedente regime Ici, le stesse famiglie pagavano in media 47 Euro l’anno, l’aggravio può essere quantificato in un +1.315%. A ciò, nel tempo, si aggiungerà – concludono – anche un inevitabile aumento del canone di locazione”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti