Commenta

A Cremona la Finale italiana della Danone Nation Cup 2012 Salini: "Riconoscimento importante"

danone-nation-cup-finale-a-cremona

Cremona sarà sede della Finale Nazionale della XII Danone Nations Cup. E’ stato presentato nella mattinata a Milano il torneo giovanile di calcio organizzato in collaborazione con il CSI (Centro Sportivo Italiano) che conta in Italia 200 squadre partecipanti e oltre 2.800 ragazzi tra gli 11 e i 12 anni che si affronteranno per dare vita a uno tra i più importanti e coinvolgenti eventi ludico-sportivi giovanili del panorama nazionale ed internazionale. Approvata dalla FIFA ed organizzata dal Gruppo Danone tramite tornei locali a livello nazionale in 40 Paesi, la DNC riunisce in un unico grande torneo più di 2 milioni e mezzo di ragazzi di tutto il mondo. Testimonial dell’evento è Zinedine Zidane, famoso per essere diventato un campione nonostante le sue umili origini, un chiaro esempio del “credere nei propri sogni”, il motto su cui si basa la Danone Nations Cup. La competizione, a carattere interregionale, si svolgerà in 4 città differenti: nel weekend del 5-6 maggio a Cava de’ Tirreni (SA) e Reggio Calabria; nel weekend del 12-13 maggio a Bergamo e Reggio Emilia. Le prime due squadre classificate di ogni finale interregionale si qualificano per la Finale Nazionale, che si svolgerà il 27 maggio a Cremona con il patrocinio del Comune e della Provincia della città lombarda, Capitale Europea dello Sport 2013. Il vincitore potrà rappresentare l’Italia alla Finale Internazionale che si svolgerà il 9 settembre a Varsavia, in Polonia, sede di una delle due semifinali degli Europei 2012.
‘Si tratta di un riconoscimento importante per la città di Cremona e per tutta la nostra provincia – ha dichiarato il Presidente Massimiliano Salini -. Questa iniziativa offre infatti la possibilità di attivare un circolo virtuoso tra istituzioni, cittadini ed aziende che credono nella responsabilità sociale e nello sport come strumento di formazione per i giovani. Ancora una volta si dimostra così che le libere iniziative che nascono da soggetti privati o da imprese possono creare un’utilità pubblica, e un bene per tutti. Inoltre avremo la possibilità di mostrare le bellezze della città a ragazzi, accompagnatori e genitori provenienti da ogni parte d’Italia’.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti