Commenta

Traffico in centro, il Pd: "Basta con gli annunci, servono un piano della sosta e dissuasori per area pedonale"

interrogazione-pd-su-piazza-stradivari

– un immagine dell’incidente del 23 marzo in Piazza Stradivari (foto Francesco Sessa)

Sosta e dissuasori in piazza Stradivari e piazza della Pace. Il Pd interroga la Giunta con un ordine del giorno su un nuovo piano della sosta e un’interrogazione circa gli accessi nell’area pedonale. “Queste iniziative – spiegano le consigliere democratiche Alessia Manfredini e Caterina Ruggeri – dopo l’incidente avvenuto lo scorso 23 marzo in Piazza Stradivari (leggi l’articolo) e l’annuncio di interventi di protezione dell’area pedonale. Chiediamo che la giunta presenti in tempi rapidi il nuovo piano della sosta e vogliamo conoscere quando verranno posizionati i dissuasori”.
Allargamento dell’area pedonalizzata e inversione dell’attuale regime di apertura diurna e chiusura notturna della Ztl. Sono queste in concreto le richieste di Manfredini e Ruggeri, contenute nell’ordine del giorno. “A due anni e mezzo dalla riapertura della Ztl – dicono le consigliere democratiche – (era il 19 novembre 2009 e doveva essere una sperimentazione in vista dell’apertura del Parcheggio di Piazza Marconi) torniamo a chiederci quali siano le reali intenzioni della giunta Perri per la mobilità del centro storico. Negli ultimi tre anni, la giunta ha tappezzato di strisce blu il centro storico, e reso percorribile, a fasce orarie e a giorni settimanali, tutto il perimetro, attuato una modalità di Ztl alla rovescia (di notte chiusa, di giorno aperta, caso unico in tutta la Lombardia o in Italia) inaugurato il parcheggio di Piazza Marconi e acquistato il Parcheggio Massarotti.
“Dopo aver annunciato provvedimenti
– continuano Manfredini e Ruggeri – la Giunta vive palesemente un momento di empasse sul nuovo piano della sosta, sulla riduzione dei permessi e tutta una serie di azioni legate al trasporto pubblico, sulla pedonalizzazione di corso Garibaldi, sul progetto di Viale Trento Trieste e Via Dante e sulla messa in sicurezza delle piste ciclabili. Ora ci aspettiamo dei provvedimenti non più rinviabili, per questo invitiamo la giunta a presentare in tempi rapidi un  nuovo piano della sosta e della mobilità che crei  le condizioni per una effettiva mobilità sostenibile nel centro storico (allargamento dell’area pedonalizzata, inversione dell’attuale regime di apertura diurna e chiusura notturna  della ZTL)“.
L’incidente avvenuto in Piazza Stradivari (in area pedonale) il 23 marzo tra un camion ed un furgone della raccolta rifiuti, è lo spunto per l’interrogazione con risposta orale. “Ricordata la promessa dell’Assessore alla Mobilità, dopo l’incidente, di provvedere in tempi rapidi alla posa di altrettanti dissuasori – scrivono le democratiche – e ricordata la determina n. S378 del 27/12/2011 “intervento di protezione area pedonale di piazza Stradivari e piazza della Pace. Affidamento dei lavori ad Aem Cremona Spa e approvazione della spesa pari a 51.433 euro. Evidenziato come in Piazza Stradivari continuino a transitare indisturbati autoveicoli di ogni tipo e che non si nota alcuna posa dei soprarichiamati di sistemi di dissuasione del transito e della sosta, interrogano il Sindaco e l’assessore competente per conoscere quando inizieranno i lavori per il posizionamento di dissuasori retrattili in metallo agli accessi dell’area pedonale di piazza Stradivari e piazza della Pace».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti