3 Commenti

Mancanza di ossigeno Così sono morti i pesci nel Cavo Cerca. L'Arpa: "Inquinamento non rilevante"

pesci-morti-cavo-cerca5

La conferma è arrivata dall’Arpa di Cremona. La moria di pesci segnalata nel Cavo Cerca, tratto alla fine di via Madonnina, il 7 aprile scorso non è stata causata dall’inquinamento delle acque. Piuttosto dalla mancanza di ossigeno dovuto alla secca del canale. Il punto in questione, infatti, è inserito nella rete di monitoraggio dell’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente. Ogni tre mesi vengono fatti delle indagini sullo stato delle acque e nel mese di marzo (l’ultimo controllo effettuato) non sono stati registrati valori particolarmente rilevanti.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Achille

    Finalmente e forse per la prima volta, si dà seguito ad una notizia di morìa di fauna ittica, arrivando ad escludere alcune cause, avvalorandone invece altre, comunicando adeguatamente il lavoro di indagine svolto.

    Speriamo non sia solo un caso isolato, ma la prassi e la consuetudine.

    Per questa volta, almeno, complimenti.

  • TRANQUILLI, ARRIVANO I NOSTRI
    L’Arpa di Cremona ancora una volta ci conforta. Per la difesa dell’ambiente, non facciamoci distrarre dalle sciocche polemiche dei ritardi di anni su Tamoil, siamo in buone mani: la moria di pesci segnalata nel Cavo Cerca il 7 aprile scorso non è stata causata dall’inquinamento dell’acqua. Per monitorarne lo stato ogni tre mesi la tolgono e i pesci hanno smesso di respirare. Nel mese di marzo non sono stati registrati valori particolarmente rilevanti. Gli amici degli animali, di qualsiasi specie, ringraziano.
    Cremona 15 04 2012 http://www.flaminiocozzaglio.info

    • Zip

      ma l’arpa non toglie l’acqua ai canali per fare le sue indagini…