10 Commenti

I partiti hanno troppo denaro Togliamoglielo!

opinione-cremona-soldi-ai-partiti

Soffia il vento dell’antipolitica. Ed è un “vento cattivo”, come dice Bersani che ha il naso fino, da trifola. Gli ultimi pentoloni scoperchiati dalla magistratura dicono quel che si sapeva da tempo: oggi si ruba ovunque, in cielo, in mare, in terra. Ha detto (sobriamente) Tonino Di Pietro ai microfoni di Radio 24: ”Nel ’92 i ladri, male che andava facevano i latitanti; oggi il ladro fa il parlamentare”. Il che, detto da un onorevole, non è proprio una carineria ma rende l’idea. Poi, colui che un tempo a Milano chiamavano “Spic & Span” per le pulizie che andava facendo, ha aggiunto: ”Nel ’92 trovavamo le mazzette nello sciacquone del cesso e nel pouf di casa Poggiolini; oggi si fa consulenza, si fa la nomina a Fincantieri come a Belsito; oggi vengono usati strumenti formalmente leciti per raggiungere fini illeciti”. Si accoda Nichi Vendola, il gatto comunista: “Girano troppi soldi, gli ospedali sono come casinò”. Recita?

Gli ultimi sondaggi sono impietosi: la gente non si fida più  di lorsignori e minaccia  di astenersi o votare Grillo. Culatello Bersani (copy Dagospia)  ha già messo le mani avanti: ”Se c’è qualcuno che pensa di stare al riparo dell’antipolitica si sbaglia alla grande. Se non la contrastiamo, ci spazza via”. Stavolta condivido.

Gli è che i partiti maneggiano troppo denaro . Diceva Giovenale, poeta latino di duemila anni fa: ”Quanto più i quattrini aumentano, tanto più ne cresce la voglia”. I partiti incassano facile, spendono uno e lo Stato gli rimborsa quattro. O cinque. Ed allora togliamolo questo denaro eccedente sennò quelli lo buttano, magari  a Cipro o in  Tanzania. La gente soffre terribilmente la crisi, sente ogni giorno minacce  di nuove tasse (la crisi ha già “suicidato” 23 imprenditori in Italia; 12mila le imprese fallite l’anno scorso) e quelli che fanno? Spendono e spandono. Mario Giordano sul gnam-gnam  ci ha  fatto un altro libro e l’ha intitolato “Spudorati”. Perché lorsignori hanno promesso i tagli agli stipendi e non l’hanno fatto. Hanno promesso l’abolizione dei vitalizi e non s’è visto nulla. Hanno garantito che avrebbero usato i mezzi pubblici ma in Italia restano 72mila auto blu;in tutta la Gran Bretagna sono 195. Da noi i parlamentari si sono inventati persino gli “assegni di reinserimento”, una furbata, sono le loro liquidazioni. Mastella ha tolto il disturbo mettendosi in tasca 307.000 euro; Armando Cossutta, l’ex mago delle trasferte (Mosca, Cuba) ne ha presi 345.00 che ha sveltamente sommato ad una sobria pensione mensile di 9.604 euro. Chi resta sguazza. Ogni deputato sardo, scrive Giordano, ha uno stipendio più alto del governatore di New York (11.417 euro contro 10.612). Il presidente della Provincia di Bolzano guadagna 34mila euro l’anno più di Obama.Un deputato siciliano con un gettone e qualche rimborsino viaggi arriva come ridere a 17.000 euro al mese (solita fonte). Per capirci, da solo, porta a casa quanto i governatori del Maine, dell’Oregon, dell’Arkansas e del Colorado messi insieme. Così non può durare.La dura minga.O sì?

E’ vero: i partiti sono funzionali alla democrazia, “sono necessari” dice il ministro Riccardi. D’accordo, ma c’è bisogno però di partiti amici della gente e della cultura, che diano idee al Paese. Non di comitati di affari L’ultimo sondaggio di Mannheimer dice che oggi solo il 2% della popolazione dichiara di avere fiducia nelle forze politiche Il mese scorso eravamo al 4%. I partiti, per carità, potrebbero anche correre ai ripari, sforbiciare qui e là. Ma temo che sia tardi.

 

Enrico Pirondini

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • ftw

    Se non ho capito male, ogni voto vale 4euro; soldi che si intasca il partito che ha ricevuto quel voto. perciò, schede bianche e nulle non valgono nulla! Se è così ho deciso per chi votare alle prossime elezioni politiche: quello che sarà il partito di maggioranza relativa se non assoluta avanti di questo passo, quello che comprende gli astenuti, le schede bianche e le nulle! sarà pure antipolitica, ma io prima di tornare a votare per un partito, visto che non rinunceranno mai ai rimborsi elettorali, esigo che questi pubblichino non solo i bilanci aggregati, ma voglio vedere sul sito del partito stesso a disposizione degli elettori le fatture e gli scontrini per ogni euro speso. E’ tempo di finirla con gli intoccabili che fanno tutto ciò che vogliono senza rendere conto a nessuno!

  • Miz

    1) 1€ per ogni voto ottenuto alle ultime politiche
    2) Obbligo di trasparenza tramite la certificazione e il controllo dei bilanci affidato a società esterne.
    3) Decadimento del finanziamento al decadere del governo non piu’ della legislatura.

    Contro la demagogia! contro la politica fatta dai notabili!

  • checca.

    il fatto è che nessun cittadino li vorrebbe piu’ finanziare ma come farlo comprendere a chi fa lo gnorri o il finto sordo.Anche il referendum(con esito sfavorevole) non è servito. A noi non ci ascoltano proprio e dicono di farlo per salvaguardare la democrazia(termine di gran voga ed abusato di questi tempi). MA siamo ancora sicuri che costoro conoscano il significato di questo termine?

  • sandra

    Mah! Uno strano mondo quello della politica. Ancora piu’ strano quello dell’ antipolitica.
    Ho la strana sensazione che i faccendieri, i praticoni e i ladri siano dall’ una e dall’altra parte, cercando di strapparsi l’ osso, cioe” i soldi.
    Per quanto non mi convincano i politici, almeno sappiamo quanto costano. E forse possiamo togliergli qualche spicciolo dalle tasche. Ma i profeti dell’ antipolitica chi sono? Personaggi che stanno dietro le quinte e sono pronti anche loro a intrufolarsi nei posti chiave del potere. Tutti tranne quella macchietta di Cordero di Montezemolo, sempre in ritardo sui tempi nonostante la Ferrari.. Il manifesto di Cremona …. mentre il gruppo Fiat cola a picco tra i costruttori di auto x non essere neppure in grado di elaborare un mix di modelli e di marchi competitivo in tempi di crisi.
    Beh, visto il fallimento come industriale, vuoi vedere che la medicina x guarire dalla politica ce la dobbiamo far propinare da uno che fa lo snob grazie a centinaia di miliardi di euro generosamente concessogli grazie a una montagna di contributi statali? E’ questa
    l’antipolitica? Se lo e ‘ , oggi come minimo altro che azionisti dello stato, noi cittadini dovremmo essere tutti azionisti della Fiat, visto quanto e” costata, e costa, a ciascuno di noi.

  • LE GRIDA

    A noi tutti a scuola hanno rotto le palle con le grida manzoniane, che sono uno dei tanti ottimi esempi di ciò che divide l’informazione dalla cultura, com’è chiarissimo dal titolo Corriere on line:
    Corruzione pubblica, cresce la pena: fino a cinque anni di reclusione

    Cremona 18 04 2012 http://www.flaminiocozzaglio.info

  • UN ALTRO RECORD

    Il Professore ha la mano d’oro. Con le tasse a grappolo è riuscito a toglierci i soldi per la spesa, così l’industria non sa per chi produrre, e licenzia, e diminuisce il numero di quelli che, se oltre ai soldi avessero la fede, potrebbero spendere….
    Finita con successo la campagna della ricchezza mobile, con una sola Imu è riuscito a stroncare anche il mercato degli immobili: a picco il valore, secondo la Stampa on line, con punte al ribasso fino al 50%, entro l’anno. Dopo di che le banche più attente ci imporranno di rientrare in fretta dal mutuo etc, insomma, il Napoleone del “di quel securo il fulmine tenea dietro al baleno” confronto a lui è una lumaca….

    Cremona 19 04 2012 http://www.flaminiocozzaglio.info

  • sandra

    ABC sanno di stantio. Di vecchio.Monti logora chi gli deve cedere i voti x governare.
    Governare…una parola impegnativa…ma x Monti sinonimo di tassare, tassare,tassare.
    E se x esempio ci fosse chi invece di soccom

    bere alle accise preferisse la via delle urne?
    No. Perche’ l’ antipolitica ha sistemato anche costoro ! ! ! Non dare soldi ai partiti ha anche un ‘ altra lettura: non votare i partiti.
    Votare x Grillo? Sarebbe lui la novita’ italiana? Ma ve lo immaginate Grillo premier?
    O Grillo ministro dell’ economia o del lavoro? Uno che non ha mai fatto un cazzo in vita sua salvo sputtanare chiunque gli capitasse a tiro?
    Bene. Non diamo piu’ soldi ai partiti. Rinunciamo a votare. E prepariamoci a pagare ancora piu’ tasse e a vedere il Paese andare in malora.
    Ci pensa Grillo.

  • Combattente Stanco

    Il sonno della ragione partorisce mostri.
    Il sonno degli italiani ha partorito questi governanti.

  • danilo

    Beh, non basta fare le pulci ai politici. A me è crollato un mito, ad esempio, quando ho saputo che l’osannato Feltri è uno dei miracolati da una maxi pensione, nell’ordine dei quindicimila euro al mese o giu’ di li’.
    E chissà quanti suoi colleghi gli fanno buona compagnia: la miglior difesa è l’attacco. Il giornalista che spara sul politico ha una sua dignità e una sua ragione di esistere ( e di cumulare una pensione d’oro a un emolumento d’oro ).
    Però ora , oltre al tiro al bersaglio alla casta , ci piacerebbe sentire anche qualche opinione su come uscirne. In modo soft e scanzonato,ovviamente.
    E’ chiedere troppo ?

  • sandra

    I partiti nel mirino. E i sindacati? Le associazioni datoriali? I patronati? Ma qualcuno ha idea del flusso immenso di denaro che arriva nelle loro tasche? Ma qualcuno non addetto ai lavori ha idea di quanti soldi genera una banalissima Cassa Edile? Tutti soldi che dovrebbero arrivare nelle tasche dei lavoratori e invece…
    E quanti ammanchi, quante distrazioni di denaro, quante malversazioni …tutto rigorosamente occultato perche’ i panni sporchi si lavano in casa e non finiscono sui giornali, men che meno a Cremona…