Cronaca
Commenta8

Protesta in tribunale "Mio marito ha ripulito il conto"

“Basta inganni, bugie, calunnie. Vogliamo verità e giustizia”. E’ la disperata protesta che Eugenia e sua figlia hanno portato questa mattina davanti al tribunale mentre era in corso l’udienza per un pignoramento di 20.000 euro che Eugenia sta aspettando di ricevere dall’ottobre del 2006. La donna, assistita dall’avvocato Antonio Orpello, è in causa con il marito dal quale è separata da più di sei anni. “Mi ha chiesto il divorzio un anno e mezzo fa”, ha spiegato Eugenia, “ottenendo la separazione consensuale, ma non ha mai rispettato il preliminare di donazione. Avevamo un conto intestato assieme, ma lui l’ha ripulito, e si è preso 127.000 euro. Io sono riuscita a bloccare solo 20.000 euro che sto aspettando di ottenere dall’ottobre del 2006. E in più mi deve parecchi arretrati”. “Voglio verità e giustizia”, ha ribadito Eugenia, che questa mattina, insieme alla figlia 19enne, ha atteso l’esito dell’udienza seduta sul marciapiede davanti a palazzo di giustizia mostrando un cartello di protesta. Oggi intanto la sentenza del giudice Andrea Milesi è stata favorevole alla donna: il marito, infatti, è stato condannato a corrisponderle un assegno di mantenimento. Alle istanze della moglie l’uomo ha presentato quattro opposizioni. Si tornerà quindi in aula per discutere le altre richieste ancora pendenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti