28 Commenti

'Grande Fiume', festa del Comune sul Po tra schiuma party, sfilate e cucina di pesce

festa-fiume-conferenza-stampa

Una festa in piazzale Atleti Azzurri d’Italia tra schiuma party, elezione di miss e mr e cucina di pesce di fiume a prezzi popolari. La tre giorni, da venerdì 11 a domenica 13, firmata Comune di Cremona si intitola ‘Grande Fiume’ ed è giunta alla sua terza edizione. L’evento è stato presentato in mattinata dal sindaco Oreste Perri, dall’assessore alle Periferie e Rapporti con i Cittadini Claudio Demicheli con l’intervento di Maria Luisa D’Attolico, autrice di “Ritratti e storie del Po”, e di Nicola Anelli, che con il fratello Matteo è titolare dell’omonimo ranch con sede a Genivolta. Come contorno, cavalli per prove gratuite di equitazione per adulti e bambini, una vasca per la prova gratuita di pesca per i bambini, cucina tradizionale a base di pesce di fiume e una gara di dart elettronico.
Poi gli appuntamenti. Venerdì il concerto della band Karisma con tributo a Vasco. Sabato il concorso Mr&Miss Grande Fiume a cui parteciperanno un migliaio di ragazzi e ragazze tra i 18 e i 25 anni. Domenica alle ore 11 la presentazione del libro “Ritratti e storie del Po” di Maria Luisa D’Attolico e alla sera il concerto degli Italian Style.
“Si tratta di un’iniziativa originale – ha commentato il sindaco Perri – che permette di stare insieme ma che ha anche una valenza culturale legata ai personaggi e alle realtà fluviali. La manifestazione è tesa ad accendere i riflettori su un importante patrimonio della nostra città: il fiume Po, da valorizzare e tutelare dal punto di vista ambientale”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • ftw

    mi viene quasi da piangere… 1000 ragazzi e ragazze per miss e mr grande fiume! è questa l’occupazione giovanile che il comune propone?

    • Francesco

      Il comune???? Forse non vi è ben chiaro che ce un bando, e chi ottiene l’appalto dovrà investire ed occuparsi di tutta la gestione, quindi poi proporre ciò che per lui sia l’idea o il progetto da esporre, ovvio che se finanziasse il comune questo evento si terrebbe con aspettative ed organizzazioni ben diverse… Ma purtroppo le casse sono vuote ed entrano in gioco i privati a sostenere spese che nessuno vuole assumersi ed è solo capace di criticare; in questo caso (parlo per il sabato) dei giovani anno avuto la capacita e la forza di mettersi in gioco, risollevando un idea da “servire” anche ai giovani !
      Poi è inutile lamentarsi che in città non ce mai nulla e non si organizza nulla !!!!

      • Paolo Mantovani

        Le specifiche del bando chi le scrive?
        Privati che si mettono in gioco con capitali loro ci sono!
        Magari non sono disponibili a buttarli in eventi hanno poco appeal in città e nessuno fuori.
        Le parlo per esperienza personale, quando le iniziative sono valide gli sponsor si trovano, è sempre più difficile, ma si trovano!
        La lamentela che non c’è mai nulla è fisiologica. Certe iniziative servono solo ad alimentarla.

        • Francesco

          Rammento che (parlando sempre per gli organizzatori del sabato) quei 4 ragazzi di ventanni che si stanno mettendo in gioco, anno così poco appeal che per una stagione invernale intera (si parla in ambito discotecario quindi un giorno alla settimana, il sabato) con le loro piccole capacità anno organizzato eventi da 1800 paganti, e la serata con minor presenze ha toccato i 900 paganti….
          Pagherei io in questo caso per vedere anche solo 400 persone una sagra del violino in riva al po !!!
          cerchiamo di essere realisti, abbiamo eventi e mostre di ogni tipo a Cremona, dal bontà, il motoscambio, il cinema all’ aperto, concerti, mondo musica (per quanto riguarda i suoi amati violini), ecc ecc…. Tutte ottimi eventi che vengono spesso soffocati (sopratutto eventi organizzati per attirare un pubblico giovane) dove ogni volta che viene presentato un bando o una fiera esce sempre questo criticare e sminuire ogni cosa dove persone investono soldi, tempo, e passioni !
          Non lamentiamoci che nulla va bene, e non viene proposto ciò che si desidera, perchè sicuramente non invoglierete chi abbia voglia d’investire a farlo !
          Fin che ci sarà gente che continuerà ad alimentare continuamente lamentele e basta ci inabisseremo sempre di più nel vortice dell “non organizziamo più nulla perchè tanto non va mai bene niente”!!!!
          Mi piacerebbe vedere all opera molti di voi quarantenni criticoni e vedere che capacità abbiano nel campo organizzativo ! scollatevi dai computer e uscite di casa che ce un mondo fuori !!!!

          • Francesco

            Ps. Non serve “appeal” per attirare gente ad un evento, ci vuole solo un buon prodotto da vendere ed impegno da parte di tutta l’organizzazione!!!!

          • Paolo Mantovani

            La critica non era assolutamente rivolta ai quattro ragazzi che HANNO organizzato l’evento, ma all’amministrazione che potrebbe meglio convogliare le poche risorse che ha.
            Lo dico perché di ANNI ne ho (purtroppo) 45 e qualcosa l’ho organizzato, rendendomi conto che le iniziative fatte tanto per… lasciano il tempo che trovano.

          • Angy.

            tu invece dovresti rimetterti a studiare quantomeno la grammatica.Chi era la tua prof.di italiano che la evito x mio figlio?

        • Francesco

          Fin che i soldi comunali vengono utilizzati per finanziare eventi di cooperative ed assocazioni (che non ricevono risconto e presenze in alcun ambito) le cose non cambieranno!!!
          Mi domando solo perchè alcune di queste assocazioni (non faccio nomi, ma parlo di progetti che dovrebbero essere legati alla musica) riescono sempre ad ottenere appalti e gestione di eventi, con finanziamenti dal comune nonostante ottengano un numero di presenze pari o quasi a zero….
          Mentre gli eventi che hanno un grosso riscontro sul pubblico devono investire (spesso rimettendoci) ed ottenere lo “scarto” di ciò che si ha disposizione…

          • Paolo Mantovani

            …non ho idea a quali associazioni ed eventi si riferisca, nel caso ha comunque ragione. Sono sempre dispersioni di risorse.

          • Matteo

            Un nell esempio potrebbe essere il centro musica (penso a questo ti riferisci) che due anni fa con i fondi del proggetto del “no alla droga” al pimpumpam festival hanno organizzato un concerto con marracash che cantava cocaina e marijuana, zero presenze se non quei 40 sballoni da centro sociale !

          • Matteo

            Festival della musica per i giovani studenti cremonesi ! Ecco Perche le nuove generazioni crescono così bene !

          • asd

            NON DIMENTICHIAMOCI MORGAN L’ ANNO SEGUENTE , PER IL CANTIERE SONORO !!! Poi ci lamentiamo che i figli crescono con prospettive di vita distorte… questo è ciò che offre il comune !!!

        • Angy.

          é x Francesco

          • Francesco

            wtf?

  • Paolo Mantovani

    Perché l’assessore alle periferie organizzi queste cose non mi è chiaro! Dovrebbe rientrare nei compiti della cultura/turismo.
    Oltretutto non mi sembra che le precedenti edizione, nonostante il notevole risalto dato dalla stampa, abbiano ottenuto un grande successo di pubblico.

    Ma il massimo credo lo si sia raggiunto con questo intervento:

    “Si tratta di un’iniziativa originale – ha commentato il sindaco Perri – che permette di stare insieme ma che ha anche una valenza culturale legata ai personaggi e alle realtà fluviali. La manifestazione è tesa ad accendere i riflettori su un importante patrimonio della nostra città: il fiume Po, da valorizzare e tutelare dal punto di vista ambientale”.

    Iniziativa originale???
    Valenza culturale???
    Come dovrebbe accendere i riflettori sul fiume? Restando nel parcheggio delle piscine?

    Cerco sempre di non criticare a vuoto, lo faccio con intento costruttivo. Per cui non posso non chiedermi, se questi assessori unissero le forze (umane ed economiche), non potrebbero fare per la città iniziative più attinenti a quelle che sono le nostre eccellenze? Penso alla liuteria, alla musica… Magari riuscirebbero a calamitare anche persone dalle città limitrofe, che, senza offesa, non credo vengano per Mr&Miss grande fiume.

    • Andrea

      Non è chiaro come uno come Demicheli possa fare l’Assessore, è questo il punto principale.
      Sulle dichiarazioni di Perri che dire, oggi sul quotidiano degli agricoli, Perri viene definito alla pari di Tosi (Sindaco di Verona). Ecco, si vada a fare un giro a Verona per capire (almeno un pochino) come si amministra una città, una città pulita-ordinata-sicura-legata al territorio e alle sue eccellenze-una città che fa turismo-una città che fa cultura.

      • Angy.

        Verona non è Cremona:qui anche Tosi incontrerebbe difficolta’ nell’amministrare…in una citta’che non tollera nulla dove chi fa musica deve stare attento che non gli piova addosso qualcosa che qualche idiota getta dalla finestra,dove si fatica a promuovere qualsiasi iniziativa, dove anche la fiera di S.Pietro dovrebbe essere spostata, dove tutto da noia , dove si sparla anche di chi ha contribuito a farla conoscere altrove,dove si contesta, si protesta,si censura,etc.etc.etc….mi piacerebbe vedere Tosi in mezzo a tutto questo” bigot-costume”!

      • Gigi

        Mantovani ma piantala…e cosa fai tu per la città? a parte criticsre e rosicare?

        • Paolo Mantovani

          Intanto mi firmo con nome e cognome.
          Personalmente assolutamente nulla. La mia associazione qualcosa credo di si. Ma non sta a me giudicare i risultati.
          Il lavoro svolto DALL’ASSOCIAZIONE (sindacale e promozionale) è lì da vedere e valutare. La parte sicuramente più visibile (ma forse la meno importante) sono gli eventi. Tra i tanti, il più visibile, sarà i Giovedì d’Estate, che inizia il,prossimo mese.
          Mi dice che critico e rosico? Ha perfettamente ragione!!!
          Le critiche le faccio solo su argomenti per i quali ho esperienza, cercando di dare sempre un taglio costruttivo.
          Per rosicare le assicuro lo faccio tantissimo! Ma non per il motivo che pensa lei. Il mio lavoro è un altro, non ho gelosie di questo tipo. Rosico a vedere la NOSTRE eccellenze svilite e sottoutilizzate in questo modo, altrettanto mi compiaccio quando vengono organizzati, anche non da noi, eventi di qualità. Che danno visibilità e lustro alla NOSTRA città. Uno sarà tra pochissimo…

  • elia

    sarà l’ennesimo flop, vedi Iachetti, ecc , ecc ma il Sindaco continua imperterrito a seguire le indicazioni di demicheli ,povera Cremona,che non ha ancora capito che i partiti sono alla frutta e detestati da 96% della popolazione ,ma quali iniziative sul po inquinatissimo ,ma per piacere andate a zappare che è meglio. saluti elia

  • Mario

    Visto che c’e ‘ lo yep ci sarà sicuramente l antidroga…

  • Francesco

    Fin che i soldi comunali vengono utilizzati per finanziare eventi di cooperative ed assocazioni (che non ricevono risconto e presenze in alcun ambito) le cose non cambieranno!!!
    Mi domando solo perchè alcune di queste assocazioni (non faccio nomi, ma parlo di progetti che dovrebbero essere legati alla musica) riescono sempre ad ottenere appalti e gestione di eventi, con finanziamenti dal comune nonostante ottengano un numero di presenze pari o quasi a zero….

  • ftw

    il prodotto vendibile sarebbero tette e culi delle ragazzine e gli addominali dei maschietti? complimenti per l’acume…. ma non è che state vendendo una gran novità! sai che carriera si troveranno davanti sti 1000 poveretti! e poi anche il mondo delle escort e dei gigolò sembra alquanto inflazionato… visti i tempi! troppa offerta e poca domanda…. manca la grana!

    • asd

      poveri vecchi rimbecilliti ! Esiste un futuro nel mondo , o viviamo sempre nell’ 800 ???

      • ftw

        un futuro uguale al passato…… di mignotte! la novità sono quelle al maschile!

  • marialuisa d’attolico

    Rispondo al Sig. Mantovani. Sono l’autrice del libro ‘Ritratti e storie del Po’. Parlare della nostra terra è sinonimo di cultura. Le interviste effettuate hanno lo scopo di valorizzare la storia fluviale e i suoi personaggi. Restando in attesa di una sua pubblicazione, porgo distinti saluti. Mld

    • Paolo Mantovani

      Ho quasi tutti i libri pubblicati su Cremona. Alcuni offrono spaccati straordinari e sconosciuti della nostra città. Ho iniziato, tanti anni fa, la collezione con “Cremona rifabbricata”, con le bellissime fotografie del Fazioli. Questo per dirle che non era assolutamente mia intenzione criticare il suo libro, che le auguro trovi presto uno sbocco.
      Senza volermi ripetere e soprattutto senza voler eccessivamente drammatizzare questa festa, esprimevo un’opinione sull’evento nel suo complesso, nient’altro.

  • Francesco Capelletti

    Perché vai mia töti in de Po, che de sčöma ghe n’è de vender?