Un commento

"Formazione a misura di studente e con vocazione internazionale" Economia alla Cattolica di Cremona

http://www.youtube.com/watch?v=mk7BdAdbykI

Il corso di Laurea triennale in Economia Aziendale dell’Università Cattolica, sede di Cremona, indirizzo Economia e gestione delle imprese, ha l’obiettivo di formare professionisti in possesso di conoscenze e competenze in linea con le richieste del mondo del lavoro e in grado di assumere responsabilità di gestione nelle imprese, nelle amministrazioni pubbliche, nelle attività non profit e negli istituti di ricerca nazionali e internazionali. Il corso consente di approfondire temi quali: le strategie d’impresa, la rilevazione e la misurazione dei risultati della gestione aziendale, i principi contabili e le tecniche per le valutazioni aziendali, l’organizzazione e la gestione del personale, le politiche di marketing, le decisioni di finanziamento per lo sviluppo aziendale, la gestione degli intermediari finanziari, i processi d’internazionalizzazione delle imprese.

Il corso di laurea agevola l’accesso alla libera professione rispettando i criteri stabiliti da un’apposita convenzione stipulata con l’Ordine dei Dottori Commercialisti. Nel corso del primo biennio gli studenti si appropriano degli strumenti analitici propri delle materie economiche, aziendali, giuridiche e quantitative. Nel terzo anno questa strumentazione viene utilizzata per affrontare tematiche più mirate alle quali sono dedicati i 2 profili professionalizzanti di studio attivati dalla facoltà.

FACOLTA’ ECONOMIA AZIENDALE – UNIVERSITA’ CATTOLICA (SEDE CREMONA)
via Milano 24, Cremona
Segreteria Didattica
Tel: 0372 / 499.110-116  uff.segreteria-cr@unicatt.it
Ufficio Tutor
Tel: 0372 / 499.101-138 tutori-cr@unicatt.it
http://piacenza.unicatt.it/

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • sandra

    Caro neogrillino Nicolini, illuminato sulla via di Parma, se Cristo si e’ fermato ad Eboli, Grillo potrebbe benissimo terminare la sua corsa a Soragna.
    Con buona pace tua e degli altri praticanti del salto della quaglia.