8 Commenti

Quali danni dall'inquinamento Tamoil? Il Pd chiede un consiglio comunale aperto Burrascosa segreteria provinciale

assemblea cittadina pd

Sopra un momento dell’assemblea serale al Circolo Signorini (foto Francesco Sessa)

Niente liturgie di partito o ipocrite tiritere. Alla direzione provinciale allargata del Pd si è discusso, si è urlato, ci si è confrontati con toni molto accesi per quasi tre ore. Dalle 18 alle 21, orario in cui bisognava smettere perchè in altra sede, il circolo Signorini, era prevista l’assemblea cittadina di iscritti e simpatizzanti. La vicenda Tamoil, la costituzione o meno di parte civile nel processo, la sovraesposizione mediatica su questo tema hanno fatto salire la pressione dei presenti in segreteria ed anche chi è più portato al ragionamento e all’analisi, alla fine ha dovuto alzare la voce. Nel mirino, soprattutto, le posizioni sul tema del parlamentare cremonese Luciano Pizzetti che in più occasioni ha dichiarato di condividere la posizione dell’amministrazione Perri di non costituirsi parte civile nel processo penale contro Tamoil in quanto l’azienda si è impegnata, con l’accordo di Roma a tutela dei lavoratori, anche a risanare le aree esterne mettendo sul piatto dieci milioni di euro. La sua posizione è stata contrastata da quasi tutti i presenti. Pizzetti ha argomentato la sua scelta con la possibilità eventuale di un’azione civile nei confronti della Tamoil, se questa fosse inadempiente.

Dopo una lunga ed accesa discussione la direzione non ha preso nessuna decisione in merito alla richiesta di costituzione o meno di parte civile nel processo ma ha invece chiesto un consiglio comunale aperto dedicato interamente ai problemi ambientali che l’inquinamento della raffineria ha provocato. La richiesta verrà formalizzata nella giornata di martedì al sindaco. In particolar modo si chiederà una relazione tecnica dettagliata sullo stato dell’inquinamento, sui danni eventuali, sui costi stimati della bonifica integrale e quale cifra l’azienda metterà a disposizione per la bonifica esterna. La richiesta è anche motivata dal fatto che l’Amministrazione da mesi non risponde ad analoghe richieste avanzate dal gruppo consiliare del Pd. Dalla segreteria provinciale è anche emerso come si giudichi positivamente l’accordo firmato al Ministero per la tutela dei dipendenti della raffineria. I dubbi sono soprattutto sui reali danni ambientali subiti da un inquinamento durato anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • CONTRADDITTORIO AUTENTICO

    Spazio aperto, rubrica della Provincia che pubblica le lettere “ortodosse”, lascia scrivere un cittadino che protesta contro la mancata parte civile del Comune al processo Tamoil. Ma il giornale è di quelli che conservano sempre l’ultima parola:
    “lei dimentica che la Tamoil si è impegnata a bonificare a sue spese le aree interne ed esterne all’azienda.”
    Si è impegnata per i primi dieci milioni: per gli altri mille speriamo non dover essere noi….

    Cremona 29 05 2012 http://www.flaminiocozzaglio.info

  • PICCOLI PASSI

    Il Vascello e http://www.cremonaoggi.it danno sostanzialmente la medesima versione della segreteria allargata del Pd: richiesta di un Consiglio comunale solo su Tamoil, se cioè il Comune debba costituirsi parte civile; Pizzetti isolato a difendere la scelta della destra al potere, che ha deciso no.
    Ma, mentre http://www.cremonaoggi.it si ferma alla cronaca, il Vascello si scaglia contro il Pd che, responsabile di aver taciuto in passato, quando era al potere, oggi non ha espresso una posizione decisa a favore della costituzione.
    Per una volta mi tocca prendere le difese dei compagni. Quand’anche avessero espresso il solito documento di condanna, tipo “giù le mani dal Vietnam” di quarant’anni or sono, cosa sarebbe cambiato rispetto a ciò che hanno chiesto? O dovevano per forza sottoporsi a un mea culpa che nessuno fa, nemmeno nei rapporti privati, per aver taciuto troppi anni, in buona compagnia di tutti quelli che in città contano per qualcosa?
    Lo sappiamo, nel 2001 ci fu la confessione ufficiale di Tamoil, e questo è il di più che si può addossare al Pd, aver insabbiato, e dio sa quante volte glielo abbiamo sbattuto sul muso, io fra i tanti: ma oggi è il momento di “fare”, entro il 7 giugno, ultimo giorno utile per la costituzione. Non scagliarsi parole.
    Che poteva fare il Pd, minoranza in Consiglio? Chiedere una decisione collettiva alla luce del sole, non all’ombra del Quarto Lato di piazza Duomo, e l’ha fatto.
    S’è “limitato” a isolare Pizzetti? ma se noi di destra non siamo nemmeno capaci di chiedere con garbo, sottovoce, a un sindaco ch’è lì, attaccato alla poltrona con lo sputo, il nostro, che potremmo e dovremmo togliergli in un attimo, come ti permetti di prendere una decisione del genere senza ascoltarci?

    Cremona 29 05 2012 http://www.flaminiocozzaglio.info

  • Gianni

    Mi sembra che l’on. Pizzetti e la senatrice Fontana rappresentano solo la politica del Palazzo, quello delle segrete stanze!

    • mario

      ma ora i segreti contano poco :
      sono in disaccordo con la linea del partito nella sua espressione maggioritaria.

  • MARIO

    DOMANDA NUMERO UNO E PROPEDEUTICA A TUTTA LA STORIA:

    CHI sapeva ?,
    CHI doveva informare CHI ?
    e SE lo ha fatto ?
    E quando ?
    ( che sia stato in giunta o NO all’epoca )
    Un consigliere della allora maggioranza ha detto in pubblico che NON era stata informata di nulla !!

    • MARIO

      mi correggo : il consigliere era anche Presidente della Commissione Ambiente del Comune !!!!

  • COME FOGLIE SECCHE

    “Catilina, come vede i suoi in rotta e resta solo con un pugno di uomini, memore della sua stirpe e dell’onore di un tempo, si getta nel folto della mischia, e lì cade combattendo.”
    Mi torna in mente se osservo il compagno onorevole Pizzetti (all’apogeo della sua carriera nel 2008/9, padrone del partito a Cremona, spostava assessori e candidati sindaci) dissipare giorno su giorno il suo patrimonio politico, per una probabile presidenza di terzo livello dal 2013, sempre che si comporti bene e la smetta di intralciare il lavoro del partito.
    Fino a pochi giorni fa gli rimanevano tre fedelissimi. Ora si sta sganciando anche Virgilio, che a proposito di Tamoil, parte civile sì, parte civile no, invece di mettersi sull’attenti alle sue parole, distingue:
    “Personalmente comprendo la posizione dell’amministrazione comunale, ma la sua delicatezza impone un percorso di maggiore trasparenza verso i cittadini, per evitare strumentalizzazioni e false letture. Proprio il fatto di non costituirsi richiede una piena condivisione e una spiegazione chiara e approfondita delle motivazioni che l’hanno generata.”
    In parole politiche ripete la mia domanda: ma cosa c’è sotto? e poi ancora, se/quando salterà fuori, vi rendete conto della figuraccia?

    Cremona 30 05 2012 http://www.flaminiocozzaglio.info

    • mario

      COME SI NOTA: la sintesi ti giova e non ti allontana dai problemi annessi e connessi.
      Quando vien meno il molo cui restare attraccati si cerca di prendere il largo.
      Ma i topi per primi cercheranno di raggiungere la banchina, avventurandosi anche sulle cime ancora allacciate , in equilibrio precario.