2 Commenti

Tamoil, il Comune dovrebbe costituirsi E' interesse collettivo

Lettera scritta da Giancarlo Schifano

Io credo come Consigliere Comunale dell’IDV, e rappresentante istituzionale  del Comune di Cremona, che sarebbe stato opportuno nella querelle Tamoil, costituirsi parte civile in un contesto che vede una vasta area  drasticamente inquinata e pericolosa per la salute dei propri cittadini. Il Comune di Cremona dovrebbe costituirsi parte civile nel processo che vede coinvolta Tamoil come forma di garanzia e salvaguardia dell’interesse collettivo, è vero che sono stati raggiunti degli accordi, ma il fatto di costituirsi parte civile in un processo, non significa ripudiare tutto ciò che è stato raggiunto, ma anzi, permette di rafforzare e puntellare un accordo che si spera venga rispettato e portato a termine. Le istituzioni che in tutti questi anni avevano il compito di salvaguardare e preservare l’ambiente e la salute dei cittadini,che cosa hanno fatto? Ognuno di noi è chiamato a dare delle risposte ai propri cittadini, il fatto di considerare la partita Tamoil chiusa con l’accordo del 2 aprile 2011, non significa abdicare alla suprema volontà dell’azienda in questione per paura di farle dei torti in merito ai problemi ambientali derivanti da un inquinamento che si protrae da un lungo periodo. Il Comune di Mantova ha deciso di costituirsi parte civile nel processo contro il petrolchimico, non capisco il motivo per cui il Comune di Cremona abbia dei timori di riverenza nei confronti di Tamoil! Bisogna inoltre considerare il fatto che la bonifica dell’area non risolve del tutto i problemi derivanti dalla presenza di benzene una sostanza altamente tossica in grado di creare seri problemi alla salute delle persone coinvolte. In questo triste e sconvolgente scenario sarebbe stato opportuno per il Comune di Cremona, capire e individuare le oggettive responsabilità, affidandosi alla magistratura per stabilire con serenità e certezza se ci sono state delle gravi colpe d’inquinamento ambientale da addebitare ai soggetti interessati,anche se adesso è molto tardi per rimediare agli errori del passato,ma anche del presente.

Giancarlo Schifano
Consigliere comunale Idv

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • mario

    RIPORTO LA FRASE:
    “”non capisco il motivo per cui il Comune di Cremona abbia dei timori di riverenza nei confronti di Tamoil! “”

    Ma perchè solo nei confronti di Tamoil ?!

  • Giancarlo Schifano

    Semplicemente per il fatto che Tamoil ha un procedimento civile in corso,anche se personalmente credo che in quella specifica zona è stato provocato un inquinamento ambientale di proporzioni cosi elevati,che le responsabilità bisognerebbe addebitarle anche ai predecessori che hanno operato in quella zona,ma il problema è un altro,chi inquina in modo spudorato,ricavandone dei benefici non paga mai e non si assume le proprie colpe,chi ne paga le conseguenze sono sempre i cittadini!