Commenta

'100 passi insieme', domenica camminata di Oncologia e Medea per i malati di tumore

100-passi-insieme

“100 passi insieme”, domenica 10 giugno nona edizione della camminata di solidarietà in onore dei malati di tumore, dei loro famigliari e amici. Organizzata dalla Divisione di Medicina e Oncologia Medica dell’Azienda Ospedaliera di Cremona e dall’Associazione di volontariato MEDeA (Medicina e Arte, Accoglienza, Assistenza, Aiuto alla ricerca), la manifestazione, che lo scorso anno ha radunato 600 partecipanti, si propone anche questa volta di rendere onore all’impegno e al coraggio dei malati e delle persone che stanno loro vicine nella lotta contro il cancro. “Sostenere i malati e la loro dignità nell’affrontare la malattia e le cure necessarie; far sentire loro il supporto e la vicinanza della comunità in cui vivono; aiutarli ad uscire dall’isolamento e dai pregiudizi in cui il tumore tende a relegarli assume un ruolo di primaria importanza soprattutto all’interno di un processo terapeutico fortemente medicalizzato”.
Come spiega Simona Mariani (Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera di Cremona) “Non bisogna dimenticare che la malattia tumorale porta con sé tanti risvolti di carattere negativo. La vita delle persone colpite da tumore e dei loro familiari è improvvisamente sconvolta dalla malattia e dalle paure che essa genera, con gravi rischi per la loro integrità psicofisica. A questo si aggiungono altri problemi di natura socio-economica: difficoltà a mantenere il lavoro, cambiamento nei rapporti con il coniuge, con i figli, con gli amici, perdita di autosufficienza e bisogno di qualcuno che non sempre è disponibile, emarginazione sociale, sensi di colpa ecc. Da non sottovalutare infine il peso delle terapie, gli interventi chirurgici spesso mutilanti e la chemioterapia con i suoi gravi effetti collaterali”.
“Trovare il coraggio e la forza interiore per affrontare tutto questo non è facile – aggiunge Rodolfo Passalacqua, DirettoreUnità Operativa di Medicina e Oncologia Medica, Ospedale di Cremona. Molti non ne sono capaci e di conseguenza non si curano come dovrebbero; più di 1/3 di loro hanno problemi di ansia e/o depressione grave. Bisogna creare attorno a loro un clima di fiducia che trasmetta loro tranquillità e li sostenga; ma è anche necessario che  la società nel suo insieme prenda maggiormente coscienza di tutto questo e introduca dei meccanismi di supporto concreto per questi malati, in maniera che abbiano più facilitazioni per le loro esigenze non solo sanitarie”.
Un dato confortante è però legato al fatto che a fronte di un maggior numero di persone che si ammalano ne guariscono sempre di più, e la mortalità cala; ciò grazie alle terapie e ai progressi della medicina. Ma non basta, questi malati necessitano un attenzione specifica e di  maggior sostegno.

SCOPO DELL’INIZIATIVA

L’iniziativa si propone di rendere onore all’impegno e al coraggio dei malati e delle persone che stanno loro vicine e in particolare:
1) sostenere il coraggio e la dignità nell’affrontare la malattia e le cure necessarie;
2) far sentire loro il supporto e la vicinanza della comunità in cui vivono e del personale sanitario;
3) aiutarli ad uscire dall’isolamento e dai pregiudizi in cui il tumore tende a relegarli.

PROGRAMMA

Ore 10 – Ritrovo in piazza Duomo con colazione offerta da Medea
Ore 10.30 – Saluto del Vescovo Lafranconi e del sindaco Perri, accompagnamento musicale del Complesso Bandistico Città di Cremona, Presentazione delle iniziative di Medea, esibizione dei cani della scuola cinofila di Pontevico
Ore 11.15 – Partenza camminata
Ore 12.15 – Arrivo al Parco delle Colonie Padane
Ore 13 – Pranzo
Ore 15 – Dibattito con i Direttori Generali dell’Ospedale e dell’Asl di Cremona

Come contribuire al buon esito dell’iniziativa?

Anzitutto partecipando; il pagamento della quota (5 euro per gli adulti e 1 euro per i bambini e gli studenti) può essere effettuato alla partenza – Cremona, Piazza del Duomo, ore 10. E’ inoltre possibile intervenire in qualità di volontario (senza il vostro aiuto non potremmo fare nulla!) oppure versare un contributo sul conto corrente bancario n. 85842/94 della Banca di Credito Cooperativo del Cremonese intestato a MEDeA onlus IBAN IT 39 E 08454 11400 000000085842. I fondi raccolti saranno impiegati per creare un’Area di Ricerca Clinica ed Epidemiologica (Arce) presso l’Oncologia di Cremona.

Partecipare  a “100 passi insieme” significa offrire un contributo piccolo ma importante per i malati e contribuire attivamente allo sviluppo della ricerca sui tumori nella nostra città. “Pensiamo che la vicinanza di operatori sanitari, istituzioni, amici e parenti, possa dare un contributo piccolo ma importante ai malati; camminando faremo bene anche alla nostra salute e potremo partecipare alla creazione di un centro di ricerca sui tumori a Cremona”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti