Commenta

Clona carte di credito per gratta e vinci, arrestato milanese

Stradale

Sopra, nel cerchio il pacchetto di biglietti gratta e vinci

AGGIORNAMENTO – Un milanese di 29 anni, B.C., incensurato, è stato arrestato con le accuse di  detenzione di carte di credito clonate e possesso di documenti d’identità falsi. Ad inchiodarlo sono stati gli agenti della polizia stradale di Cremona che sono arrivati a lui dai filmati delle videocamere di sicurezza degli autogrill e delle stazioni di servizio dell’autostrada. L’indagine degli uomini del comandante Federica Deledda, come ha spiegato il sovrintendente Marco Mennella, è iniziata nel gennaio di quest’anno, e si è sviluppata in seguito a verifiche effettuate dalla squadra della polizia giudiziaria in stazioni di servizio e autogrill dell’A21 sull’utilizzo di carte di credito clonate. Controllando le transazioni effettuate, gli agenti si sono accorti di qualcosa di anomalo: due carte di credito American Express, all’insaputa dell’istituto di credito e dei legittimi proprietari (due cittadini americani), erano state utilizzate dal milanese per acquistare gratta e vinci per un importo di 2.000 euro. La perquisizione domiciliare risale a venerdì 8 giugno. In casa dell’arrestato i poliziotti hanno trovato e sequestrato altre 5 carte di credito American Express con bande applicate a carte di altri circuiti di credito, sempre intestate a cittadini americani. Al 29enne è stata anche sequestrata una falsa carta d’identità valida per l’espatrio.

Sara Pizzorni

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti