2 Commenti

Giovani, espressività e creatività in mostra in giro per la città

Giovani

Al via la prima parte dell’iniziativa che porterà la creatività e l’espressività giovanile in giro per la città. Collaborazioni e rete tra associazioni. “No/where – Now/here” è un progetto finanziato da Fondazione Cariplo. Ha vinto il bando “Valorizzare la creatività giovanile in campo artistico e culturale”. Ed è nato dalla collaborazione tra soggetti culturali del territorio, Tapirulan, Bakelite, Unaspeciedispazio, Centro Fumetto “A. Pazienza”, iPAC e Cooperativa Altana, e il Comune.

Martedì 19 giugno
l’inizio dellaa prima fase del progetto, incentrata sull’interpretazione e sulla rilettura del concetto di spazio da parte di artisti senior (fino a 35 anni), individuati dalle associazioni partner, che realizzano, in stretta collaborazione con artisti junior (fino a 25 anni), opere d’arte attraverso performance e installazioni.
L’ipotesi di lavoro è la problematica della destinazione degli spazi, l’assenza dei luoghi finalizzati alla promozione della contemporaneità e dei nuovi linguaggi, il tema dello “spazio che non c’è”, tema comune a tutte le società urbane contemporanee.
Su questo spunto tematico gli artisti si concentreranno, per stimolare la riflessione e individuare il punto di partenza per organizzare l’attività di ricerca e di sperimentazione artistica: lo spazio anelato, ma anche vissuto, ricordato, invaso, interpretato, modificato, re-immaginato, uno spazio che non esiste e che tuttavia è qui ed ora.

E’ questo il primo di una serie di eventi e attività, quali mostre, performance e laboratori che saranno realizzati con l’obiettivo di dare impulso ad una rete di soggetti prevalentemente giovanili per rendere il nostro territorio più visibile, rispetto alla creatività ed espressività; superare l’approccio autoreferenziale per recepire le potenzialità del collaborare in rete; dialogare con il nascente Distretto culturale; stimolare una riflessione sul tema centrale del progetto: lo spazio; accompagnare un gruppo di giovani artisti under 25 e favorirne il protagonismo e l’acquisizione di competenze; essere propositivi e sfruttare al meglio le opportunità che i sistemi istituzionali e privati, culturali ed economici lanciano, per favorire un’emersione più rapida delle giovani individualità artistiche della città e del territorio. Dopo un’attività di studio e progettazione da parte dei soggetti partecipanti, inizia ora la prima fase di iniziative rivolte al pubblico.

IL CALENDARIO DELLE INIZIATIVE

19-26 giugno 2012 – ore 9.00/20.00
vetrina della Camera di Commercio, via Solferino
:FLUX:
video-installazione di Nicola Gastaldi in collaborazione con Giulia Voltini
a cura del Centro Musica “Il Cascinetto”
Trasformare e trasfigurare lo spazio. Modificare le percezioni fisiche. Sfondare le tre dimensioni, piegare gli assi cartesiani secondo i propri fini. Con le più moderne tecniche della computer grafica, sfruttando il 3D, si riesce a dare l’illusione nello spettatore di nuove aperture dimensionali, un trompe-l’œil dei nostri tempi, quello che alcuni chiamano animazioni a 4 dimensioni. Le definizioni di tempo e di spazio vengono a mancare, per come le conosciamo. Una struttura apparentemente immobile prende vita, per sette giorni e per sette notti.

28 giugno 2012 – ore 18,00/20,00
29-30 giugno 2012 – 8,30/13,00 15,00/19,30
SpazioComune, piazza Stradivari 7
OGGETTI CHE RACCONTANO
storie parallele di uno spazio in comunicazione
di Alice Bonzanini, Francesca Follini e Roberta Sacchi
A cura del Centro Fumetto “Andrea Pazienza”
Le artiste del fumetto Alice Bonzanini, Francesca Follini e Roberta Sacchi raccontano gli oggetti che creano lo spazio e a loro volta lo raccontano. Che sia passato, presente o futuro, fanno incontrare persone e caratterizzano le loro vite. Lo spazio mette a disposizione diversi percorsi che lo spettatore potrà seguire e così facendo entrerà in contatto con gli oggetti che lo caratterizzano, lo fanno vivere e riconoscere, che faranno scoprire passo dopo passo a chi li seguirà la storia delle persone che li vivono.

30 giugno-1° luglio 2012 – ore 18.00/23.00
Museo Archeologico, via S. Lorenzo 4
AMNESIA
performance ed esposizione di opere
di Fausto Merli, Maria Attianese e Roberta Dall’Olmo
a cura dell’associazione culturale Bakelite
in collaborazione con il Museo Archeologico
L’intervento artistico si condensa in due attività estemporanee, una di incisione ed un’altra di realizzazione di manufatti in resina; rappresentazione della memoria a breve termine che, grazie ai nostri ricordi remoti, permette di creare arte nuova, basata però sulle esperienze vissute e registrate dalla memoria. Le opere prodotte resteranno in esposizione al Museo Archeologico.

14-29 luglio 2012
(inaugurazione e presenza dell’autore il 14 luglio nella sede di Tapirulan)
spazi murali d’affissione di Cremona
AFFICHE
di Alessandro Gottardo, in arte Shout
a cura dell’Associazione Tapirulan
Alessandro Gottardo, in arte Shout, uno degli illustratori italiani più affermati nel mondo. La sua mostra sarà allestita negli spazi che di norma vengono riservati alle affissioni pubblicitarie, sparsi in tutto il territorio cittadino. L’arte esce dagli stretti anfratti che comunemente le vengono riservati per proporsi direttamente ai passanti, siano essi a piedi, in macchina o in bicicletta. Lo spazio espositivo è la città stessa, si potrà visitare la mostra passando davanti ad un’opera per caso, oppure seguendo la mappa che indica la disposizione delle opere. I più pigri potranno comunque ritrovare tutte le immagini esposte presso lo Spazio Tapirulan (via Voghera 1/a).

7-8 luglio 2012 – ore 16.00/21.00 – piazza Roma, piazza Marconi, piazza Lodi, parco del Vecchio Passeggio
NESSUN DOVE, DAPPERTUTTO: COLORS
a cura di David C. Fragale e di Riccardo Bonfadini, con Alessia Degani
La plastica riciclata di Bonfadini si evolve in un’installazione dinamica, fumogena, mentre un gruppo eterogeneo di artisti illustra il proprio concetto di creatività, per una giornata interamente dedicata all’espressività e al colore. Colore come espressione del sé, colore come terapia, che si propaga per la città e la commenta.

14-22 luglio 2012 – ore 21.00 – piazza Roma 36
NESSUN DOVE, DAPPERTUTTO: MEDUSA IN TIME
a cura di Federico Fronterrè e Marta Fumagalli
Due artisti si incontrano per mescolare i loro talenti. La scultura di Marta Fumagalli e il video di Federico Fronterrè si uniscono per una riflessione sul tempo: tempo sospeso, tempo liquido, tempo mentale. La sede dell’Associazione Una Specie di Spazio diventa installazione artistica.

16-20 luglio 2012 – via Lungo Po Europa (fra via Riglio ed ex Colonie Padane)
NESSUN DOVE, DAPPERTUTTO: WOODS
a cura di David C. Fragale, Riccardo Pirovano, Marta Fumagalli
a cura dell’associazione culturale Una Specie Di Spazio
Un’operazione di land art che cresce giorno dopo giorno presso la zona delle ex Colonie Padane – la palude di Po che si muove e genera forme nuove e suggestive. I materiali utilizzati sono infatti arbusti e viticci di legno, composti in modo da creare strutture in cui la spontaneità naturale si mischia all’artificio umano.

Informazioni e contatti

Servizio Politiche Giovanili
Teatro Monteverdi – via Dante 149 – Cremona
Tel. 0372 407782 – Fax 0372 407320

Centro Fumetto Andrea Pazienza
piazza Giovanni XXIII, 1 – Cremona
tel. 0372 22207 – info@cfapaz.org

Centro Musica Il Cascinetto
cascina Cascinetto – via Maffi, 2 – Cremona
tel. 0372 435701 – fax 0372 435701
info@cantieresonoro.it

Associazione culturale Una Specie di Spazio
piazza Roma 36 – Cremona
galleriadelcorso36@gmail.com

Associazione culturale Tapirulan
via Voghera 1/A – Cremona
redazione@tapirulan.it

Associazione culturale Bakelite
bakelite@bakenet.net

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Andrew

    fantastico!

  • NON SACCIO NIENTE

    Dall’Inviato, il nuovo on line di Roberto Bettinelli, vicino a Salini:
    “Il buco dell’Apic soffoca la cultura. E il Museo Civico ne paga ancora le conseguenze: 100mila euro all’anno. La metà delle entrate. In cassa, per il 2012, ci sono solo 30mila euro. E’ un’eredità pesante per il sistema museale di Cremona. Gli errori e i debiti creati nella gestione dell’Apic, l’associazione per la promozione delle iniziative culturali, mettono ancora più in difficoltà il settore cultura del Comune, le cui risorse sono ridotte all’osso etc etc.”
    Ho copiato, ma non faccio nomi: nemmeno sotto tortura mi sfuggirà che negli ultimi cinque anni presidente dell’Apic era l’onorevole Giuseppe Torchio, che anzi, si diede da fare indicando alla Procura il nome di un colpevole.
    E non sperate nemmeno, cari lettori, che riprenda le voci sulla vecchia sede del partito comunista di via Volturno, da un paio d’anni dimora cremonese dell’onorevole Luciano Pizzetti.

    Cremona 22 06 2012 http://www.flaminiocozzaglio.info